Intesa Sanpaolo: proroga al 30 giugno delle disposizioni Covid per ‘lavoratori fragili’

News di servizio

dal sito Fisac Intesa Sanpaolo
22 aprile 2021


COVID-19. DISPOSIZIONI PER SITUAZIONI DI FRAGILITÀ E DISABILITÀ: PROROGA FINO AL 30 GIUGNO

L’azienda ha comunicato la proroga al 30 giugno delle disposizioni relative ai “lavoratori fragili” in relazione all’emergenza Coronavirus.

Per comodità riprendiamo qui di seguito  la comunicazione aziendale

Con riferimento alla disposizione pubblicata lo scorso 26 febbraio, per coloro che si trovano in situazione di fragilità o disabilità grave, si segnala che il Decreto Legge n. 41 del 22/3/2021, prevede lo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità smart fino al 30/6/2021, per i lavoratori qualificati come fragili ai sensi del comma 2 dell’art. 26 del D.L. 17 marzo 2020 n. 18 (lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, ivi inclusi i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104).

Tale disposizione si applica anche:

– ai colleghi che assistono familiari conviventi che si trovano in situazioni di fragilità o disabilità grave ai sensi del predetto art. 2,
– ai colleghi che hanno ricevuto la certificazione di sorveglianza sanitaria eccezionale con prescrizione di lavoro flessibile da casa fino al 30/4.

Per tutte le altre indicazioni, si richiamano le news in tema di lavoratori fragili pubblicate in data 3 e 9 novembre ultimo scorso.

Con l’occasione, considerate alcune richieste che pervengono in tal senso, si fa presente che stante anche le indicazioni fornite dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute, al momento non è opportuno ridurre il livello delle misure preventive e precauzionali adottate come conseguenza dell’avvenuta vaccinazione.

Back to top button