Intesa Sanpaolo: provvidenze per handicap

News di servizio

dal sito Fisac Intesa Sanpaolo
22 giugno 2021


LE DOMANDE FINO AL 30 GIUGNO

Da oggi si può inserire la richiesta in #People

La recente sottoscrizione dell’Accordo per l’integrazione del Gruppo UBI nel Gruppo Intesa Sanpaolo del 14 aprile 2021 ha introdotto alcune importanti novità in materia di provvidenze economiche per familiari con disabilità. I colleghi interessati possono far domanda per il riconoscimento della somma una tantum di € 5.000 erogati entro il mese di giugno, a seguito dell’accordo per l’integrazione del Gruppo Ubi nel Gruppo Intesa Sanpaolo che ha stabilizzato e migliorato l’insieme delle normative come vi avevamo dato conto qui.

Entro mercoledì 30 giugno i colleghi con familiare convivente (coniuge/unito civilmente o convivente di fatto, figli o equiparati, genitori, fratelli o sorelle), portatore di handicap grave e a carico – secondo il criterio seguito per la corresponsione degli assegni familiari – possono chiedere il riconoscimento delle provvidenze, andando su #People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > “Provvidenze per Handicap Grave”.

Accedendo alla funzionalità in #People, il collega dovrà selezionare il familiare convivente per cui richiedere la provvidenza e allegare in un unico file PDF:

  • i certificati e verbali medici, attestanti lo stato di gravità senza alcuna indicazione della diagnosi, e l’eventuale certificazione medica di non autosufficienza;
  • l’autocertificazione di convivenza;
  • l’attestazione comprovante la sussistenza del requisito reddituale per i familiari maggiorenni con documentazione idonea (ad esempio dichiarazione dei redditi del familiare riferita all’anno precedente);
  • l’apposito modulo allegato, debitamente compilato e sottoscritto.

I colleghi che hanno già presentato una richiesta non dovranno inviare una nuova domanda, essendo sufficiente integrare la documentazione presentata secondo le indicazioni specifiche ricevute via mail nei giorni scorsi.

Come previsto dalle “Regole in materia di provvidenze economiche per familiari portatori di handicap grave”, è possibile richiedere in un’unica modalità una sola provvidenza annuale per ciascun familiare destinatario:

  • se si è in possesso di certificazione medica di non autosufficienza, si potrà richiedere il rimborso delle spese sostenute per i servizi di assistenza per il familiare convivente con disabilità, per un importo massimo di 5 mila euro. La somma, che potrà essere utilizzata esclusivamente per ottenere il rimborso delle spese indicate nelle “Regole in materia di provvidenze economiche per familiari portatori di handicap grave”, sarà accreditata sullo specifico “Conto Sociale familiari non autosufficienti”. Tale modalità non prevede alcuna successiva monetizzazione, anche parziale, dell’importo messo a disposizione per il rimborso;
  • se non si è in possesso della dichiarazione di non autosufficienza, si potrà richiedere la corresponsione di una somma annua una tantum di 5 mila euro lordi, che verrà erogata con la prima mensilità utile a partire dallo stipendio del mese di luglio.

Solo in caso d’impossibilità all’utilizzo della funzionalità on line, si potrà inoltrare la domanda via mail alla casella provvhandicapgravefamiliari@intesasanpaolo.com, allegando tutta la documentazione, entro il 30 giugno.

Per chiarimenti o supporto apri una richiesta su #People > Assistenza selezionando la categoria “Provvidenza per lavoratori con parenti e convivente portatori di handicap grave”.

Per tutti gli approfondimenti sulla provvidenza per familiari con handicap, consulta la nostra Guida HANDICAP E LEGGE 104 e ricorda comunque che i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

Back to top button