Assicurazioni, Ania: dal 2012 premi Rc auto in calo del 35%: rivedere meccanismo bonus-malus’

dal sito www.repubblica.it
15 luglio 2021


Il messaggio di Draghi all’assemblea delle imprese assicuratrici: “Fase decisiva per il futuro dell’Italia, unità è il valore aggiunto”

MILANO – Negli ultimi dieci anni il prezzo medio rc auto è diminuito da quasi 570 euro nel 2012 a 367 nel marzo 2021. Nel 2020 la riduzione del costo complessivo dei sinistri è stata del 19,9%, a fronte di un decremento dei premi di circa il 6%, inquadrato in un contesto di diminuzione dei premi medi del 35% dal marzo 2012. Lo ha sottolineato la presidente dell’Ania Maria Bianca Farina all’assemblea annuale evidenziando la necessità ora di “una riforma del ramo” che punti alla revisione del bonus-malus, “che ha perso efficacia”, e alla riduzione dei costi complessivi del sistema, annullando i divari ancora esistenti.

La presidente dellAnia ha ricordato anche il grande contributo fornito dal settore a sosetgno dell’economia. “A fine 2020 lo ‘stock’ degli investimenti complessivi dell’industria assicurativa italiana ha superato i 1.000 miliardi di euro (cifra pari al 60% del Pil), di cui 345 miliardi in titoli di Stato italiani (il 15% dei nostri titoli pubblici in circolazione)”. “Contribuiremo attivamente alla ripartenza del Paese”, ha aggiunto.

Draghi: “Fase decisiva per il futuro dell’Italia, unità è il valore aggiunto”

Con un messaggio all’assemblea è intervenuto anche il presidente del Consiglio Mario Draghi. – “Viviamo una fase decisiva per il futuro dell’Italia, in cui l’unità è un forte valore aggiunto”, ha detto. Il settore assicurativo deve partecipare allo sforzo di rilancio” che l’Italia sta portando avanti col piano di ripresa e resilienza “per modernizzare la nostra economia e per superare le carenze di infrastrutture materiali e immateriali che si sono accumulati negli scorsi diversi”, ha rimarcato il premier.  “Gli investitori istituzionali italiani e il settore assicurativo hanno una responsabilità essenziale, i loro investimenti a medio e lungo termine sono essenziale per accompagnare ripresa”, ha aggiunto.

Back to top button