Intesa Sanpaolo Area Alessandria e Asti: carenza organici e pressioni commerciali

dal sito Fisac Intesa Sanpaolo
4 ottobre 2021


CARENZA ORGANICI = MADRE DI TUTTI I PROBLEMI

In data 28 settembre si è svolto in videoconferenza l’incontro di trimestrale dell’Area Alessandria-Asti.
Presenti all’incontro tutte le OO.SS., il Direttore Regionale, Perusin, il Responsabile del Personale della
Direzione Regionale, Calvi, la Responsabile del Personale del Coordinamento, Alessio, i Referenti per le
Relazioni Industriali, Vozza e Lembo.

La positiva disponibilità al dialogo e al confronto, in relazione alle domande e ai problemi che
abbiamo evidenziato, confermano l’importante ruolo delle OOSS in questo particolare periodo in cui
pandemia e nuova organizzazione del lavoro stanno stravolgendo la vita delle Lavoratrici e dei
Lavoratori del credito.

Due gli argomento principali di discussione:
– Organici
– Pressioni commerciali.

La carenza degli organici è la madre di tutti i problemi evidenziati tra cui i portafogli scoperti, le lungaggini
nei tempi di delibera delle pratiche, gli straordinari.
Le risposte in merito ad assunzioni ed uscite per esodo sono state interlocutorie e non esaustive.
Auspichiamo di sapere al più presto quanti dei 51 neoassunti a livello regionale saranno assegnati alle nostre
provincie.

In merito agli straordinari, Luca Calvi ha ribadito che l’orario per le Aree Professionali è di 7 ore e 30, che
eventuali straordinari devono sempre essere preventivamente autorizzati e che la facoltà viene disposta
esclusivamente per operazioni non procrastinabili ai giorni successivi.
In mancanza di autorizzazione il Collega lascia i locali e riprende le attività il giorno seguente.
I Quadri Direttivi hanno l’orario autogestito e quindi il problema non sussiste in quanto sono i Colleghi stessi
a organizzarsi per i recuperi.

Come OOSS abbiamo rimarcato che le Colleghe e i Colleghi che si sono fermati in filiale oltre l’orario
lo hanno fatto non certo per diletto personale, ma per il rispetto dei Clienti, per la professionalità che
da sempre li contraddistingue e per quel senso del dovere che ha portato questa azienda ad essere
considerata come la banca di riferimento del Paese.

Per quel che riguarda la Formazione, Calvi ha ribadito la necessità che i corsi siano fruiti in modo serio e
responsabile, non fatti scorrere tra un cliente e l’altro e, a seconda delle preferenze del Dipendente, in
presenza o in smart learning, sottolineando la disponibilità dell’azienda a concedere “anche giornate
aggiuntive di smart learning”.

Per quanto concerne le pressioni commerciali, il Direttore Andrea Perusin ha confermato gli obiettivi sfidanti
della banca, specificando che il raggiungimento degli stessi non deve essere perseguito attraverso richieste
individuali di dati, bensì con la “coralità” dei comportamenti.
Ha inoltre dichiarato: “Non condivido le reportistiche, non hanno valore aggiunto”.
Invitiamo tutti i colleghi a segnalarci eventuali comportamenti difformi.

Preso atto delle dichiarazioni aziendali sulla volontà di raggiungere in tempi brevi una situazione
lavorativa operativamente più serena in tutti i settori della banca, vigileremo con attenzione che a
queste parole seguano i fatti.

FABI- FIRST/CISL-FISAC/CGIL-UILCA-UNISIN
INTESASANPAOLO AREA ALESSANDRIA ASTI

Alessandria, Asti 4 ottobre 2021

Back to top button