Intesa Sanpaolo Area Venezia e Provincia: incontro trimestrale

Mestre, 28/10/2021

Il giorno 26/10/2021 si è svolto in videoconferenza l’incontro trimestrale in Area Venezia e Provincia tra le Delegazioni Sindacali e l’Azienda, rappresentata da Trepla Marco (Resp. Personale Rete Veneto Est FVG), Brannetti Cristina (Resp Ctpar Venezia Treviso), Panaghiotis Meletis (Responsabile Relazioni Industriali triveneto), Modenese Alessandra (Dirett. Comm.le Retail Veneto Est FVG).

QUALCHE DATO AL 30/8 COMUNICATOCI DALL’AZIENDA:

ORGANICI: 865 a tempo pieno, 255 part time, in totale 1.120.
PART TIME: 22,77%, i part time in scadenza sono stati tutti prorogati tranne 23 trasformati in tempo pieno in quanto non è stato richiesto il rinnovo, 5 nuove concessioni e 2 in sospeso.
NUOVE ASSUNZIONI: 6 contratto misto
TIPOLOGIA DI FILIALI: 5 filiali imprese, 9 filiali exclusive, 61 filiali retail (52 dopo i recenti accorpamenti), 1 filiale agribusiness, 1 filiale terzo settore.
FORMAZIONE: siamo una delle Aree con la più alta percentuale di utilizzo di Smart Learning.
L’azienda si dichiara attenta a favorire la corretta fruizione dei corsi e si impegna a sensibilizzare i direttori di filiale e responsabili di uffici affinché ciò avvenga.

La Direttrice Commerciale Retail Alessandra Modenese ha illustrato i dati sull’andamento commerciale della provincia di Venezia al 30 agosto, dati che si possono riassumere in un valore di raggiungimento di MINT LORDO al 66,4%, in linea con il budget lineare, così  suddiviso: Retail 64,6%, Exclusive 66%, Imprese 69,9%.

Sono stati presentati come dati estremamente positivi ed è stato evidenziato come il raggiungimento di tali risultati sia frutto del grande impegno e della collaborazione di tutte le colleghe e di tutti i colleghi.

Alla luce delle comunicazioni aziendali abbiamo sottolineato che, nonostante i risultati economici siano in linea con le previsioni, le colleghe e i colleghi continuano ad essere sottoposti a forti pressioni commerciali per il raggiungimento dei risultati a questo punto “già raggiunti”.

Tale continua sollecitazione crea situazioni di forte disagio e stress, a volte al limite della resistenza psicofisica. Abbiamo richiesto che venga riconosciuto dai capi il valore e l’impegno che i colleghi esprimono giorno dopo giorno, in situazioni di difficoltà crescente a causa della riduzione degli organici e di una organizzazione aziendale sempre più difficile da interpretare.

L’Azienda ha sottolineato la volontà di “gratificare” le lavoratrici e i lavoratori rispetto ai risultati raggiunti, ma ci è chiaro che non esiste gratificazione alcuna se l’organizzazione del lavoro non tiene conto della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori.

Nonostante siamo fra le prime Regioni come percentuale di fruizione dei corsi in Smart Learning, è stata evidenziata la carenza di programmazione attraverso l’utilizzo del Tempo Protetto; spesso la formazione non viene effettuata in modo consono.
E’ stata segnalata, ancora una volta, l’inadeguata formazione dei colleghi relativamente alle nuove forme di credito (ecobonus e superbonus). L’azienda prende atto e riconosce lo sforzo che stanno facendo i colleghi nell’istruire tali pratiche.

Sono state chieste all’Azienda delucidazioni sulle nuove modalità di imputazione delle presenze/assenze e in particolare su come debbano essere inserite alcune causali di assenza.
L’azienda si riserva di verificare e nel frattempo suggerisce di fruire le pillole formative sull’argomento.

E’ stata sollevata la questione relativa alla concessione dei part-time e di come la nostra azienda, che si dichiara attenta alle problematiche della genitorialità ed ad evitare discriminazioni di genere, abbia in realtà agito “forzando” variazioni di orario e mobilità in allontanamento.

Infine per quanto riguarda il segmento Agribusiness è stata ribadita la necessità di aumentare il numero degli addetti per poter smaltire i pesanti carichi lavorativi. Sono stati inoltre evidenziati i lunghi tempi di risposta nelle delibere delle pratiche, che determinano una situazione di difficoltà nel rapporto dei gestori con la clientela.

A parole abbiamo avuto tante rassicurazioni e attenzioni rispetto alla delicata e difficile situazione in cui si trovano a svolgere il proprio lavoro i colleghi e le colleghe, ma….oltre alle parole ci attendiamo i fatti!!!

Il Coordinamento FISAC CGIL INTESA SANPAOLO
Area Venezia e Provincia

Back to top button