Inform@fisac luglio 2016

 

Dimissioni online: guida alla procedura per le nuove dimissioni

 

Da marzo 2016 per dimettersi è necessario avviare una pratica online sul portale dell’INPS.


Dal 12 marzo 2016 il lavoratore che vuole interrompere il rapporto di lavoro deve presentare le dimissioni volontarie on line, esclusivamente in modalità telematica, attraverso la compilazione di apposito modulo reperibile sul portale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali www.lavoro.gov.it.

 

Come fare

Per poter inviare le dimissioni telematiche è possibile procedere personalmente on line oppure rivolgersi ai soggetti abilitati: patronati, organizzazioni sindacali, enti bilaterali e commissioni di certificazione. In ogni caso è necessario essere in possesso del Pin dispositivo dell’Inps. Per richiederlo è possibile andare nella sezione Il Pin on line del sito dell’INPS e recuperarlo in pochi clic oppure recarsi personalmente agli sportelli dell’Istituto.

Una volta in possesso del codice Pin Inps è possibile inviare le dimissioni volontarie o la revoca risoluzione consensuale del contratto di lavoro.

 

La procedura on line, passo per passo

Sul portale del ministero del Lavoro www.lavoro.gov.it alla sezione Dimissioni on line per prima cosa si deve inserire la data di inizio del rapporto di lavoro specificando se tale rapporto è iniziato prima o dopo l’anno 2008.

Quindi cliccare sul tasto Crea e accedere alle 4 sezioni da compilare così:

  • Se il rapporto di lavoro è stato avviato a partire dal 2008 si deve inserire solo l’email perché gli altri dati sono caricati in automatico da sistema. In caso contrario è necessario inserire tutti i dati anagrafici
  • il codice fiscale del datore di lavoro. Se il codice dell’azienda è presente nel sistema i campi successivi vengono precompilati altrimenti si devono inserire: codice fiscale, comune della sede di lavoro, email e PEC del datore di lavoro.
  • la data di decorrenza delle dimissioni. Importante in questo caso tenere ben presente i termini di dimissioni previste dal contratto di lavoro in essere. A questo punto con il tasto Conferma si convalidano i dati oppure con il bottone Torna alla lista si annullano i dati inseriti ed è possibile inserirli nuovamente.

La conferma di invio delle dimissioni volontarie telematiche è attestata da un messaggio che conferma che la richiesta è stata inviata correttamente al datore di Lavoro e alla DTL Direzione territoriale del Lavoro di competenza.

A questo punto della procedura è possibile stampare il documento relativo alla richiesta di dimissioni in formato Pdf. Da quel momento e per i successivi 7 giorni è possibile revocare le dimissioni accedendo alla schermata Revoca della medesima sezione del portale INPS e premendo l’apposito bottone.

FAQ MINISTERO del LAVORO su dimissioni telematiche nel settore Bancario

“44. Nel settore bancario sono attivi dei Fondi per i lavoratori prossimi alla quiescenza per cui è richiesta la presentazione delle proprie dimissioni per accedervi. È necessario in questi casi effettuare la procedura telematica anche se è prevista la sottoscrizione di un verbale di conciliazione stragiudiziale e l’effettiva cessazione del rapporto avverrà a distanza di vari anni dalla comunicazione del recesso?”

A tale quesito il Ministero del lavoro risponde affermando che i casi di risoluzione consensuale sottoscritta nelle “sedi protette” ai sensi dell’articolo 2113 c.c. non rientrano nell’ambito applicativo della procedura.

Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 8Pagina successiva
Back to top button