Verti: la compagnia avvia la Legge 223 sui licenziamenti collettivi

3 - Fisac Cgil

In data 1 agosto u.s. la Compagnia Verti Assicurazioni (Gruppo Mapfre) ha comunicato alle Rappresentanze sindacali aziendali (RSA), per il tramite di ANIA e presso la stessa sede dell’associazione datoriale, l’apertura della procedura ai sensi della Legge 223 del 23 luglio 1991.

L’azienda ha dichiarato la necessità di procedere con il licenziamento collettivo di 175 dipendenti (la completa dismissione del Contact Center ed esternalizzazione delle attività “core”, con riduzione di tutti gli altri reparti) perché persiste la situazione di eccedenza strutturale del personale che ha carattere definitivo.

Negli scorsi mesi era già stato avviato il piano unilaterale dichiarato dall’Azienda, con l’uscita volontaria di circa 150 dipendenti tra marzo ed aprile scorsi, una vicenda partita lo scorso 12 novembre 2021 con la dichiarazione di 325 “esuberi” ed un durissimo confronto tra organizzazioni sindacali (OO.SS.) e azienda nell’ambito delle procedure previste dagli art. 15 e 16 del Ccnl Ania.

Il confronto non ha prodotto nessuna intesa condivisa e socialmente sostenibile; pertanto non si è arrivati a nessuna riduzione degli esuberi strutturali previsti dal piano e inoltre le OO.SS. non intravedono una prospettiva di salvaguardia e sostenibilità per il personale destinato a rimanere in azienda, che non può essere garantito da un piano strategico che appare poco credibile e di scarso respiro rispetto alle complesse sfide che pone il mercato.

Oggi le OO.SS. a tutti i livelli ribadiscono pertanto la ferma contrarietà a tale operazione: la conferma dei licenziamenti collettivi è un atto grave che condanniamo con forza, non solo per la drammatica situazione che coinvolge le lavoratrici e i lavoratori di Verti ma anche per il pessimo segnale che tale operazione rappresenta per il comparto assicurativo tutto, nel momento del rinnovo del Ccnl Ania.

La scelta di Verti appare tanto più grave rispetto alla complessità dello scenario economico e sociale del Paese.

Insieme all’indignazione rispetto alla situazione ed alla più ampia solidarietà per i lavoratori e le lavoratrici di Verti, le OO.SS. scriventi seguiranno con la massima attenzione questa nuova e gravissima fase della vertenza Verti e si adopereranno fin da subito per sollecitare l’intero sistema assicurativo affinché si faccia carico del sostegno/salvaguardia occupazionale per le lavoratrici e lavoratori di Verti coinvolti che non possono essere abbandonati al loro destino.

First Cisl – Fisac Cgil – Fna – Snfia – Uilca

Le Segreterie Nazionali e Territoriali di Milano

Back to top button