Credito e politiche anticrisi: le proposte della Fisac Cgil

“Nova Ljubljanska Banka – un errore lasciare Trieste”

 Il Segretario Generale della Fisac Cgil – Agostino Megale– partecipando al convegno CREDITO E POLITICHE ANTICRISI, LE PROPOSTE DELLA FISAC-CGIL organizzato dalla segreteria della Fisac Cgil del Friuli Venezia Giulia a Udine ha rilevato come dopo Hypo Alpe Adria Bank un’altra banca estera non ritiene più strategico il mercato italiano: è Nova Ljubljanska Banka.

La filiale di Trieste di questa banca occupa 20 dipendenti altamente qualificati ed ha il compito di favorire l’interscambio fra aziende italiane e slovene.

Oltre al valore occupazionale la filiale, attiva fin dal 1991, ha un alto valore politico, economico e strategico: è un tangibile esempio dei buoni rapporti che intercorrono fra Italia e Slovenia, nonché un supporto fondamentale per l’attività economica tra i due paesi, che vale per l’Italia 4 miliardi di euro di esportazioni e 2,3 miliardi di importazioni

E’ per questo che la Fisac Cgil ritiene indispensabile, conclude Megale, un intervento governativo che veda il Ministro dell’Economia e delle Finanze impegnato in prima persona nel mantenimento della filiale di Trieste, iniziando con l’apertura di un Confronto fra i due ministeri italiano e sloveno.

 

Oggi il direttivo Fisac CGIL Friuli Venezia Giulia a cui partecipa il segretario generale Megale. Nel pomeriggio dibattito con Peroni. Da un lato il calo degli impieghi, che colpisce imprese e cittadini, dall’altro l’aumento delle insolvenze, che si ripercuote duramente sui bilanci delle banche. Bilanci sempre più in sofferenza, con conseguenze anche sui rapporti col personale. Questo il quadro generale del settore creditizio, che in Friuli Venezia Giulia, com’è noto, vede aperti delicati punti di crisi, a partire da Hypo Bank.
Ne ha discusso il direttivo regionale della Fisac-Cgil, che si riunito a Udine alle 9.30, nella sala riunioni della Cgil, in via Bassi 36: i lavori, sono stati aperti dal segretario regionale della Fisac Cgil Mattia Grion, e conclusi dal segretario generale della Fisac Cgil Agostino Megale.
Lo stesso Megale, nel corso di una tavola rotonda in programma alle 15.30 alle sempre in via Bassi, ha presentato il Manifesto della Buona Finanza, il documento attraverso il quale la Fisac Cgil presenta le sue proposte per il rilancio del sistema bancario e del suo ruolo a sostegno dell’economia. Oltre a Megale e Grion, interverranno il segretario regionale della Cgil Franco Belci, l’assessore alle finanze della Regione Fvg Francesco Peroni e il presidente della federazione Bcc del Fvg Giuseppe Graffi Brunoro. Al centro del dibattito anche il ruolo delle finanziarie pubbliche regionali come strumento delle politiche di rilancio dell’economia e dell’occupazione.

Back to top button