Cambiare la Legge di Stabilità 2014

Dagli sprechi e dalle rendite più risorse ai lavoratori e ai pensionati.
Per la soluzione dei punti di crisi aperti nel nostro territorio, per una politica del lavoro che guarda alle giovani generazioni.
Per il Lavoro, lo Sviluppo Economico e Sociale.
VENERDI 15 NOVEMBRE 2013
SCIOPERO GENERALE TERRITORIALE DI 4 ORE
CON MANIFESTAZIONE A MILANO IN PIAZZA DELLA SCALA
A PARTIRE DALLE ORE 9,30
CONCENTRAMENTO MM PALESTRO (Giardini Pubblici)
A PARTIRE DALLE ORE 8.30
Interverranno Delegati/Delegate delle Rsu, Pensionati/Pensionate Intervento conclusivo di Graziano Gorla, Segretario Generale CdLMM, a nome di Cgil, Cisl e Uil di Milano
La Legge di Stabilità presentata dal Governo non realizza quella svolta nella politica economica necessaria al Paese per uscire dalla recessione e tornare a crescere. Da tempo tutti gli osservatori indicano in una significativa riduzione delle tasse a lavoratori, pensionati ed imprese che investono, la via principale per operare questa svolta.
Ribadiamo che è necessaria una nuova politica nazionale e europea che liberi risorse per finanziare gli investimenti a sostegno dell’occupazione, dell’innovazione , delle politiche sociali compreso un finanziamento pubblico per la politica della casa .
CGIL, CISL e UIL chiedono al Governo e al Parlamento di rifinanziare subito la cassa integrazione e di dare certezze a tutti i lavoratori esodati.
È indispensabile una decisa modifica della Legge di Stabilità soprattutto sui seguenti capitoli:
MENO TASSE AI LAVORATORI E PENSIONATI.
RIVALUTARE LE PENSIONI.
NO AL BLOCCO DEI CCNL PUBBLICI E CONTRO LA DISDETTA DEI CCNL AD OPERA DELLE
CONTROPARTI PRIVATE.
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ED EFFICIENZA DELLA SPESA PUBBLICA.
REPERIRE LE RISORSE ATTRAVERSO UNA EFFICACE LOTTA AGLI SPRECHI E ALLA EVASIONE
FISCALE E RIDUZIONE DEI COSTI DELLA POLITICA.
CGIL CISL E UIL DI MILANO IN PREPARAZIONE DELLA INIZIATIVA DI MOBILITAZIONE INDICONO UNA
CAMPAGNA DI ASSEMBLEE INFORMATIVE NEI LUOGHI DI LAVORO.

Back to top button