Bcc Toscane: Cir, esito negativo della conciliazione

Stamattina, in Federazione Toscana, si è tenuto l’incontro della “Commissione di conciliazione contrattuale” per verificare se vi fossero le condizioni per una conciliazione delle rispettive posizioni. Abbiamo preso atto che la posizione della FTBCC non è cambiata rispetto alla scorsa settimana e che la stessa non è disponibile a rinnovare il CSLL e, con esso, il Regolamento del PDR del 2013 e del 2014. Di conseguenza si è aperto lo stato di agitazione della categoria che potrà portare all’indizione di forme di agitazione collettiva, da collocare nel periodo 9 dicembre – 3 gennaio 2014.
La FTBCC insiste sulla disponibilità al pagamento, entro fine anno, del solo PDR 2013 (bilancio 2012), chiudendo ad ogni possibilità di rinnovare fino al 31/12/2014 tutte le altre norme contenute nel Contratto Integrativo Regionale e di concordare le regole dell’erogazione del PDR 2014 (esercizio 2013). La situazione, poi, si è ulteriormente complicata a seguito della disdetta del CCNL in scadenza a fine anno, formalizzata oggi da Federcasse alle Segreterie Nazionali delle OO.SS.
Vista l’estrema delicatezza del momento, come Fiba/Cisl, Fisac/Cgil e SinCra/UGL, apprezzando la condivisione della nostra posizione espressa dalla FABI nel loro ultimo comunicato del 19/11, abbiamo avanzato a questa sigla la proposta di concordare una strategia di lotta comune – finalizzata a salvaguardare i diritti contenuti nel CSLL – che porti i lavoratori delle BCC della Toscana a reagire a questa sciagurata posizione della Controparte.
I prossimi giorni saranno dedicati a:
1. realizzare questa convergenza d’intenti fra i diversi sindacati, in modo da compattare tutto il fronte dei lavoratori;
2. condividere con i massimi livelli politici delle varie OO.SS. le strategie da adottare nell’immediato;
3. verificare eventuali nuovi spazi di mediazione con la FTBCC.
Firenze, 26 novembre 2013
Segreteria regionale Segreteria regionale Segreteria regionale
Fiba/CISL Fisac/CGIL SinCra/UGL
Scarica comunicato

Back to top button