Bcc: recesso CCNL, prime iniziative

Le Segreterie Nazionali riunitesi immediatamente dopo aver ricevuto, nel pomeriggio del giorno 26 novembre 2013, da parte di Federcasse comunicazione formale di recesso dai CCNL, nel valutare tale decisione provocatoriamente ostile nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori, oltre che ingiustificata ed irresponsabile, hanno unitariamente convenuto di attivare tutte le azioni utili e necessarie per contrastare, in maniera forte e decisa, le incerte ed irresponsabili posizioni della parte datoriale.

Le Segreterie Nazionali ritengono indispensabile, in questo momento, svolgere un confronto immediato e in via propedeutica con il Presidente di Federcasse Nazionale Avv. Alessandro Azzi e a tal fine hanno già inoltrato la richiesta d’incontro.

In attesa degli esiti di tale incontro e delle conseguenti valutazioni vengono sospese le relazioni sindacali a livello nazionale.

Nel contempo, le relazioni a livello locale ed aziendale dovranno presidiare il puntuale e rigoroso rispetto del CCNL sia sul piano sostanziale che formale e senza deroghe.

Le trattative per il rinnovo dei contratti integrativi dovranno essere pienamente sviluppate e sostenute. Come già indicato nella precedente comunicazione del 15 novembre 2013 è da rigettare qualsiasi tentativo delle Federazioni locali o delle Aziende di proporre accordi a stralcio per la sola definizione del Premio di Risultato, anno 2012 da erogare nel 2013,(PDR) ed in deroga alle attuali previsioni del CCNL .

Da questo momento e sino a diversa indicazione non dovranno essere stipulati accordi per consentire l’accesso a finanziamenti previsti dall’ammortizzatore di settore, da Foncoop, da FBA o da altre fonti.

Il comitato amministratore del Fondo di Sostegno al Reddito non si riunirà prima della definitiva approvazione da parte del competente Ministero del nuovo regolamento del Fondo stesso modificato con l’accordo del 31 ottobre u.s..

Proseguiranno, nell’interesse specifico delle lavoratrici e dei lavoratori, le attività in seno agli Enti di settore di assistenza e previdenza complementare.

Per la valutazione complessiva e puntuale di quella che si preannuncia come una dura e lunga stagione vertenziale, anche alla luce di quelli che saranno gli sviluppi delle prime azioni che si vanno ad intraprendere, è prevista la convocazione dell’Attivo Unitario dei Quadri sindacali del Credito Cooperativo – a Roma in data 19 dicembre 2013 – con inizio alle ore 10,30 e conclusione alle

ore 16,30 – Centro Congressi Frentani, Via dei Frentani, 4 ( zona Castro Pretorio). Roma, 02 dicembre 2013

LE SEGRETERIE NAZIONALI
DIRCREDITO – FABI – FIBA/CISL – FISAC/CGIL –SINCRA/UGL – UILCA/UIL

Scarica comunicato

Back to top button