UnipolSai: firmato l’accordo di fusione

By: Francisco Gil – All Rights Reserved

dopo l’importante intesa sulle tutele occupazionali del 20 Marzo 2013 e dopo una lunga e serrata trattativa su tutti i temi della riorganizzazione, nella giornata del 19 dicembre, le OO.SS. hanno siglato con l’Azienda l’ipotesi di accordo di fusione (in allegato).

E’ il primo accordo di settore che disciplina un’operazione di fusione di così vasta portata a livello nazionale , che prevede tra l’altro l’attivazione per la prima volta del fondo di solidarietà e alcuni precisi impegni dell’Azienda sulle tutele per i lavoratori soggetti alla cessione di asset.

Le organizzazioni sindacali ritengono che il risultato raggiunto sia molto buono e sostanzialmente rispondente alle istanze dei lavoratori condivise nel corso delle assemblee.

La parte sulla cessione degli asset non corrisponde esattamente a quanto ci eravamo prefissi, tuttavia su questo tema riteniamo che l’intesa raggiunta sia ampiamente sufficiente a tutelare tutti i lavoratori interessati.

L’intesa prevede tutele importanti per i lavoratori coinvolti nell’operazione di fusione ( Unipol Assicurazioni – FondiariaSai – Milano Assicurazioni e Premafin) e per tutti quei lavoratori fuori dal perimetro di fusione (società del Gruppo/Appalto), quali:

– esclusione del ricorso da parte dell’Azienda alla legge 223 in materia di licenziamenti collettivi e individuali per motivi economici.

– mantenimento delle sedi in una logica specialistica e di equilibrio tra attività allocate e professionalità e funzioni presenti su piazza,

– mobilità territoriale su base volontaria. Per coloro che accettano il pendolarismo o il trasferimento di Sede sono state contrattualizzate indennità adeguate,

– salvaguardia delle professionalità e piani formativi strutturati nei casi di riconversione professionale,

– accesso volontario al fondo di solidarietà con incentivi e mantenimento di istituti contrattuali che migliorano sensibilmente quanto previsto dall’accordo Nazionali

– rispetto ai lavoratori soggetti alla cessione di asset: previsione dell’ applicazione delle norme contrattuali ( CCNL E CIA equiparato) in materia di tutele economiche ed occupazionali, almeno per l’arco temporale del piano industriale UnipolSai e attivazione del tavolo triangolare (Unipol – acquirente – Sindacato) previsto dalla normativa sulla cessione del ramo d’Azienda (art.47 legge 428/90) dando priorità, nel rispetto delle prescrizioni dell’Antitrust a favore dei potenziali acquirenti che assumeranno gli impegni di cui sopra

– percorsi di reinternalizzazione delle attività in appalto e dei relativi lavoratori nell’ambito del piano Industriale (2013-2015).

Inoltre si prevede, a partire dalla data di efficacia giuridica della fusione, l’assorbimento sia dei distaccati sia dei dipendenti di GFSS in UnipolSai ed il passaggio dal 1° aprile 2014 dei dipendenti di FSST in UnipolSai.

Per quanto riguarda la contrattazione integrativa è stato stabilito che ognuno conservi il CIA di provenienza. In attesa di un CIA di gruppo ( il CIA Unipol e quello FonSai sono entrambi in scadenza ) sarà progressivamente armonizzato il PAC per le società oggi del ex Gruppo FonSai che hanno trattamenti differenziati e per dipendenti di PAS (Pronto Assistance Servizi), sarà possibile l’erogazione del variabile , in sede di confronto sindacale di Gruppo sul PAV del 2014 ( relativo ai risultati 2013)

A partire dal 13 gennaio 2014 saranno convocate le assemblee dei lavoratori del Gruppo per l’illustrazione, discussione e approvazione dell’accordo in oggetto (seguirà calendario).

Con l’occasione porgiamo a tutti Voi i migliori auguri di Buone Feste
13-12-18 Accordo di Fusione

13-12-18 pac società minori lettera