Ripresa del dialogo, perché in Abi si e in Agcom no?

By: Ben Heine – All Rights Reserved

Le Segreterie Nazionali FALBI-CONFSAL FIBA-CISL FISAC-CGIL SIBC-FISAV e UILCA-UIL esprimono grave preoccupazione per il deterioramento dello stato delle relazioni sindacali determinatosi nell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che vuole azzerare tutti gli accordi sindacali sottoscritti dalla nascita dell’AGCOM. In un momento nel quale l’operato dell’Authority risulta sotto l’attenzione critica dell’UE e dell’opinione pubblica, la serenità e la professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori vengono vulnerate da un clima aziendale pesante. Le rappresentanze sindacali non sembrano essere considerate delle risorse di interlocuzione ma una sorta di agente nemico da ridimensionare e sminuire con condotte unilaterali e decisioniste che non portano a nessun progresso collettivo. Le Segreterie
nazionali auspicano una ripresa di comportamenti responsabili e inclusivi che portino al ripristino di un corretto confronto democratico, nel metodo e nel merito, da sempre inscritto nella tradizione dei rapporti sindacali in AGCOM, e attendono con fiducia segnali inequivoci in questo senso, pronti a favorire con ogni disponibilità un tale positivo processo.

Back to top button