Distacco: Rifiuto del lavoratore

Con la sentenza n.24259/2013 la Cassazione ha dichiarato legittimo il licenziamento per giustificato motivo oggettivo del lavoratore in conseguenza del rifiuto al distacco presso un’altra società alla quale era stata esternalizzata l’attività alla quale egli era addetto. Il licenziamento è stato ritenuto legittimo in quanto si fondava sulla mancanza presso l’azienda di posizioni lavorative coerenti con l’inquadramento dell’interessato.
Sent. Cass. Sez. lavoro n.24259 del 28/10/2013
(fonte: CGIL Piemonte- Camera del Lavoro Provincia di Torino – Archivio Aperto)

Back to top button