Bcc Fvg: trattativa Cir, avevamo sperato… invece è rottura!!!

Venerdì 10 gennaio 2014 si è tenuto l’incontro richiesto dalla Federazione FVG tra le Scriventi Organizzazioni Sindacali e la Delegazione Sindacale delle BCC del FVG rappresentata da Occhialini, Cannone e Feruglio oltre Minute e De Vellis.-
Come ricorderete nella precedente giornata di trattativa, era il 6 dicembre scorso, abbiamo rotto le trattative per il rinnovo del Contratto Integrativo Regionale FVG poiché la controparte datoriale insisteva a chiedere di abbandonare il complesso normativo del ns contratto integrativo a fronte, nella sostanza, a concedere un Buono Pasto fortemente ridotto e la promessa di una erogazione del PDR ridotta a un terzo di quella pattuita e spettante ai Lavoratori di questa Regione.
Lo spirito della lettera inviataci a Natale con la quale Graffi ci ha chiesto di riprendere la trattativa, dopo le nostre dichiarazioni di mobilitazione dei lavoratori, ci facevano sperare in un loro pragmatico cambio di passo .
Così, non è stato !!
La delegazione dei Presidenti nel ribadire la necessità che i lavoratori abbandonino l’attuale Contratto Integrativo Regionale, ha avanzato alcune modeste migliorie di quanto da loro già proposto precedentemente, sempre comunque subordinate all’azzeramento dell’attuale CIR.-
Ricordiamo che
• la FederFVG ci ha sempre detto che per le BCC del Friuli Venezia-Giulia, i “numeri” sono migliori rispetto a quelli delle altre Federazioni Regionali;
• in nessuna delle altre 15 Federazioni Regionali è stato disdettato il Contratto Integrativo anche in presenza di situazioni di difficoltà ;
• in FVG non ci sono BCC con situazioni di tale criticità che facciano immaginare tagli draconiani agli stipendi e ai diritti dei 1.500 Colleghi del Movimento Regionale;
• riteniamo, invece, necessario un maggior coinvolgimento delle Scriventi Rappresentanze Sindacali dei Lavoratori nelle scelte strategiche e nelle gestioni delle nostre Bcc per evitare spese inutili, sprechi, sperperi e cattive gestioni che , QUESTI SI’ , porteranno a situazioni drammatiche e di non ritorno.-
• riteniamo doveroso aprire un capitolo nuovo nelle relazioni sindacali BccFVG che analizzi i costi amministrativi, i costi degli amministratori, il costo degli affidamenti e la loro qualità, ecc tutto ciò per una corretta gestione responsabile del Credito Cooperativo.
Ripetiamo pertanto che abbiamo ritenuto impraticabile la via della lrosecuzione di una trattativa, il cui prosieguo, avrebbe significato enormi danni a tutti i dipendenti delle BCC del FRIULI VENEZIA GIULIA.
Dalle assemblee con i lavoratori, abbiamo ricevuto un forte e preciso mandato di negoziare una piattaforma che considera PREGIUDIZIALE il mantenimento del Contratto Integrativo FVG in vigore.
Forti di questo mandato abbiamo rassegnato, con dispiacere, il dover attivare le forme di lotta necessarie per .difendere gli interessi dei Lavoratori BCC del FVG e di tutta la Categoria
A breve vi daremo ampia spiegazione della situazione e del calendario delle azioni che saranno intraprese.
Udine, 10 gennaio 2014
Le Segreterie Regionali
FABI – FIBA/CISL – FISAC/CGIL
Scarica comunicato

Back to top button