Calabria It, interviene il prefetto di Cosenza

By: Angelo Cordaro – All Rights Reserved

Rimanendo inascoltata la protesta dei lavoratori di Calabria IT che da giorno 09 gennaio u.s. hanno occupato gli uffici di Montalto Uffugo, Settingiano e Reggio Calabria per ottenere il pagamento degli stipendi arretrati e l’applicazione dell’art. 11 della legge regionale n. 24 del 16 maggio 2013 (che prevede il loro trasferimento a Fincalabra Spa), le scriventi OO. SS. hanno richiesto un incontro urgente al Prefetto di Cosenza, S. E. il Dott. Gianfranco Tomao che ha, con sollecitudine, risposto all’appello accorato dei lavoratori ricevendo le rappresentanze sindacali nel tardo pomeriggio di ieri.

Durante l’incontro, i segretari di CGIL e UIL e le RR.SS.AA. presenti hanno illustrato le problematiche relative alla vicenda e consegnato al Prefetto la documentazione attinente. È stato rappresentato il clima di forte tensione che ha portato i lavoratori a proclamare lo stato di agitazione permanente.

Il Prefetto – comprese le motivazioni della protesta dei lavoratori e le criticità che hanno impedito, sinora, una positiva conclusione della vertenza – ha voluto prontamente comunicare per iscritto con la Presidenza della Giunta regionale per sollecitare il pagamento delle spettanze arretrate e, soprattutto, per una riattivazione del tavolo di contrattazione al fine di potere, finalmente, dare ai 131 lavoratori serenità e continuità lavorativa e alla Regione Calabria un efficace sostegno all’imprenditoria e allo sviluppo.

Le Rappresentanze Sindacali Aziendali di FISAC CGIL e UILCA-U IL