Megale: no ai licenziamenti a Banca Monte Parma

By: sbonehamCC BY 2.0
Sono da respingere con fermezza, come già ha fatto il coordinamento unitario del Gruppo, in quanto irricevibili e assolutamente inaccettabili le proposte avanzate da Intesa San Paolo che intenderebbe procedere al licenziamento di 50 lavoratori o in alternativa al taglio delle retribuzioni e dei diritti contrattuali così si esprime Agostino Megale Segretario Generale della Fisac CGIL, a margine dell’iniziativa pubblica “ Banche locali o credito locale? “ organizzato dalla FISAC CGIL di Ferrara, anche alla luce dei tagli e dei pesanti sacrifici già affrontati dai lavoratori della banca negli ultimi anni a cui va il sostegno pieno e forte di tutta la FISAC CGIL.

Per questo conclude Megale le proposte inaccettabili e irricevibili della Banca vanno ritirate e rispedite al mittente. A maggior ragione perché rappresentano un tentativo di condizionamento in vista del rinnovo del contratto nazionale di categoria che và respinto nettamente.

Back to top button