Riunione Consulta Quadri 18 Febbraio 2014

Questa giornata ha segnato la ripresa dell’attività della Consulta Quadri. La discussione è stata ampia ed articolata con molti interventi contraddistinti da incisività. Sono state espresse alcune riflessioni sull’attuale situazione del settore bancario in riferimento alle condizioni dei Quadri Direttivi, alla loro professionalità sempre più messa in discussione dalle banche e dalla stessa ABI.

Riportiamo qui sotto la sintesi di quanto emerso.

ABI, affermando che il settore è schiacciato dalla crisi, vuol puntare, nel rinnovo del CCNL, esclusivamente sui risparmi. Vuole rivedere i rapporti fra AP e QD nonché le declaratorie e la vera intenzione è solo quella della riduzione del numero dei QD attraverso la riduzione dei livelli inquadramentali. Vogliono dividere il mondo commerciale dal mondo amministrativo anche attraverso un maggiore utilizzo di promotori finanziari a partita IVA.
Come OO.SS. prefiguriamo in risposta un nuovo modello di banca ed una piattaforma che affronti il tema dell’occupazione, del’area contrattuale, del salario e che difenda le professionalità esistenti nonché identifichi le nuove professionalità emergenti.
Occorre lavorare sul presidio di alcuni settori che possono dare luogo a nuove professionalità (vedi sotto) che vedano possibili nuovi percorsi di carriera. Con i cambiamenti avvenuti o che avverranno assisteremo alla scomparsa di alcune professionalità. Rimane in ogni caso per noi importante il rapporto fra mansione ricoperta ed inquadramento.
-La forte presenza delle sofferenze (nell’ambito dei crediti deteriorati) necessita di una nuova organizzazione e di conoscenze per il presidio ed il rilancio del credito
-Il nuovo modello della rete: tutta la tecnologia è indirizzata verso le operazioni standard ma con la trasformazione del rapporto fra le filiali ed il territorio è necessario promuovere un’analisi per lo sviluppo di altre professionalità.
-Sostegno alle attività con l’estero: c’è un mondo di P.I. che si muovono in Italia. Abbiamo alcune eccellenze produttive nel nostro Paese che esportano in Europa e fuori dall’Europa. Ma come si muovono le banche per supportare questa attività?Quali nuove professionalità e competenze sono necessarie per sostenere i rapporti economici con l’estero?
Come previsto, durante la riunione, è stata approfondita da Roberto Pettenello, la tematica dei Livelli Europei di Qualifica (EQF) ed il Manuale di Certificazione delle Qualifiche delle Banche Commerciali prodotto dal Fondo Banche e Assicurazioni. E’ stata evidenziata soprattutto l’importanza della metodologia usata, con la ricerca, per ogni ruolo mappato presente nel nostro settore, delle conoscenze-capacità-autonomie previste, e del relativo utilizzo che possiamo farne nella contrattazione di secondo livello, oltre che nella formazione contrattuale e finanziata.
Si è rilevato che ci sono aspetti da migliorare nel Manuale di FBA. Si tratta infatti di un lavoro che tende a valorizzare per esempio maggiormente l’aspetto commerciale e che non valorizza l’ampiezza delle conoscenze; mancano gli addetti degli Uffici di Direzione mentre ci sono gli addetti del mondo commerciale. Si rende inoltre al più presto opportuno l’aggiornamento per ammodernare le declaratorie.
Molto interessante poi il contributo del Presidente di Agenquadri, Paolo Terranova, il quale ha fornito utili spunti di riflessione per la prossima tornata di rinnovo contrattuale. Egli ha teso a sottolineare che l’impoverimento professionale in termine di autonomia deriva proprio dalla condizione di crisi che spinge le aziende, nei momenti di maggiore difficoltà, ad accentrare tutti i poteri decisionali.
Di fronte allo scenario che ci attende, rinnovo contrattuale, nuovi piani industriali ecc., alcuni compagni hanno ribadito l’importanza che nelle aziende e nei gruppi si aprano spazi di contrattazione che rappresentino le istanze e le necessità dei quadri direttivi.
Infine alcuni compagni hanno illustrato le ultime iniziative che si sono tenute nei vari territori:

A Settembre 2013 Organizzato dalla CdLM di Milano con Agenquadri Lombardia, la prima sessione di un corso di formazione su “La Rappresentanza e la Tutela dei Quadri, Professionisti e Alte Professionalità”.
A Dicembre 2013 la Fisac Provinciale di Firenze ha organizzato, per i quadri sindacali, un incontro dove si è parlato dell’Assicurazione Sociale per l’impiego (l’ASPI)
A Ottobre e Novembre 2013 La Fisac Provinciale di Venezia ha organizzato due convegni/seminari, affrontando rispettivamente i temi dell’Antiriciclaggio e della Responsabilità.

Roma, 6 mar 2014

CONSULTA NAZIONALE QUADRI DIRETTIVI LA SEGRETERIA NAZIONALE
E ALTE PROFESSIONALITA’

Stefano Favilli ELENA AIAZZI

Scarica documento