Congresso Fisac-CGIL FVG: Mattia Grion confermato segretario

Quattrocento posti di lavoro persi nel 2012, che hanno portato il totale dei dipendenti sotto quota 7mila. Ma il timore è che l’emorragia, proseguita nel 2013 anche per effetto di vertenze come Hypo Bank, possa aggravarsi. A lanciare l’ennesimo allarme è la Fisac, il sindacato Cgil del credito e delle assicurazioni, che il 13 marzo ha tenuto il suo congresso regionale a Udine, rinnovando il mandato al segretario uscente Mattia Grion. «Un congresso – spiega Grion – arrivato in un momento cruciale anche per la nostra categoria, alle prese con la difficile vertenza sul rinnovo del contratto Abi ma impegnata anche a fronteggiare le politiche portate avanti dai grandi gruppi nazionali, ultimo dei quali Unicredit, che ha appena annunciato un piano da 5.700 tagli».
Se sul fronte Unicredit la Fisac attende le cifre per quantificare l’impatto del piano a livello regionale, Grion condanna fermamente «la stridente contraddittorietà di una politica dove pesanti tagli sul lavoro vanno di pari passo con i superstipendi dei manager e i dividendi agli azionisti».
Tra le vertenze aperte anche la trattativa regionale sul rinnovo dell’integrativo Bcc, che ha visto la proclamazione di due giornate di sciopero da parte dei sindacati. «Dopo la seconda giornata di protesta di lunedì prossimo (17 marzo, ndr) – spiega Grion – ci attendiamo che la Federazione BCC FVG prenda atto della mobilitazione in corso e convochi i sindacati, ripartendo da una posizione più costruttiva rispetto a quella assunta finora».
Il Congresso della Fisac FVG, al quale ha preso parte il Segretario Nazionale Giuliano Calcagni, si è aperto con un ricordo di tutti i caduti sul lavoro e si è concluso con la presentazione del libro “FemminileReale – per una rappresentazione della dignità delle donne” ( www.fotografaredonna.it ) per dare un segnale di contrasto culturale agli stereotipi di genere, che ancora pervadono largamente la nostra società. L’elaborazione della Fisac FVG sulle politiche di genere è stato sintetizzato nell’intervento della compagna Eliana Pellegrini

Intervento Pellegrini

Back to top button