BCC Toscana: indennità di cassa

By: mario kam – All Rights Reserved
Ricordiamo ai colleghi (nelle cui Banche è presente la procedura informatizzata per la rilevazione delle presenze “Badge”) , di indicare quando effettuano il servizio di cassa, nel cartellino presenze, il giustificativo “Indennità cassa mattina” e/o “Indennità cassa pomeriggio” e verificarne entro la fine del mese il corretto inserimento.
Di seguito riportiamo quanto previsto dal vigente Contratto Integrativo circa il pagamento dell’Indennità di rischio cassa.

ART.11 – INDENNITA’ DI RISCHIO CASSA

Ferme restando le disposizione di cui all’art.49 del CCNL, in ogni succursale le Aziende dovranno procedere alla nomina di un cassiere per ogni cassa operante in via continuativa.

Ai dipendenti adibiti saltuariamente ad un servizio che comporti l’erogazione di una indennità di rischio spetta:
Fino a 4 giornate (anche ad orario non intero) di adibizione nel mese: 1/3 dell’indennità mensile, rapportata alle ore di sportello effettuale nella succursale;
Da 5 a 10 giornate (anche ad orario non intero) di adibizione nel mese: 2/3 dell’indennità mensile, rapportata alle ore di sportello effettuate nella succursale;
Oltre 10 giornate (anche ad orario non intero) di adibizione nel mese: intera indennità mensile (euro 145,67 per l’indennità cassa mattina + euro 29,13 per quella del pomeriggio), rapportata alle ore di sportello effettuate nella succursale.

Info Bcc Toscana Fisac Cgil

SILVA BIAGI 348 9307791
SIMONE CARRARESI 339 7992499
FRANCESCO QUIRICONI 347 3587476

Back to top button