Licenziamento per assenze ingiustificate ed onere probatorio in capo al datore di lavoro

Con sentenza n. 7108/2014, la Cassazione ha ribadito che in tema di licenziamento per giusta causa dovuto ad assenze ingiustificate del lavoratore, l’onere della prova è in capo al datore di lavoro. In pratica, spetta al datore di lavoro provare le assenze del lavoratore, mentre in capo al lavoratore permane la possibilità di dimostrare che tali assenze non derivino da cause addebitabili allo stesso.
Sent. Cassazione Sez. Lavoro n. 7108 del 26/03/2014
(fonte: Direzione Provinciale del Lavoro di Modena – Dottrina per il Lavoro)

Back to top button