Unicredit Uccmb: così proprio non va…

Le OO.SS. di UCCMB esprimono in modo unitario una posizione fortemente critica nei confronti della riorganizzazione aziendale recentemente attuata, senza alcun accordo con i sindacati.
Nel merito, le OO.SS., osservano che il modello organizzativo attuato, non appare idoneo a produrre quella maggiore efficienza operativa di cui tutti avvertiamo la indifferibile necessità.

By: sbonehamCC BY 2.0
Detto nuovo modello organizzativo, infatti, non consente di individuare elementi di novità e di innovazione tali da incidere efficacemente sull’annoso problema dei carichi di lavoro ed, in particolare, su quelle attività collaterali, che appaiono tutt’ora gravare in modo sostanzialmente invariato.
Le OO.SS. , in particolare, osservano in modo fortemente critico, stante il particolare momento che vede UCCMB oggetto di due diligence per una probabile cessione, che il nuovo modello organizzativo ha previsto, in non pochi casi, la sostituzione se non addirittura, di fatto, il demansionamento di numerosi Colleghi, che negli anni hanno contribuito, con la loro professionalità, competenza e dedizione, a valorizzare la Banca e a renderla un “gioello di famiglia” appetibile sul mercato.
A questi ultimi va la solidarietà di tutti i lavoratori!
Per quanto concerne le ulteriori uscite di colleghi verso la Holding, le scriventi OOSS censurano il comportamento dell’Azienda, la quale, in altre sedi, aveva garantito che, le cessioni di contratti verso il Gruppo, in virtù delle adesioni al Job Market ante primo semestre 2013 erano tutte concluse.
A questo punto l’Azienda e la stessa Unicredit spa dovranno inequivocabilmente chiarire se la possibilità di passare volontariamente in Holding è una prerogativa riconosciuta a tutti i lavoratori di UCCMB od è un (odioso) privilegio concesso a pochi!?
Prendiamo atto che, mentre in tutte le Aziende del Gruppo Unicredit si è provveduto al pagamento del sistema incentivante con il cedolino del mese di maggio in UCCMB siamo ancora in attesa che qualcuno ci comunichi i tempi e le modalità della corresponsione del bonus 2013, come da e-mail inviata a tutti i dipendenti il data 6 marzo u.s. dall’AD.
Rileviamo, infatti, che le compensation previste nella medesima e-mail, seppur con le solite logiche assolutamente non trasparenti risultano essere state distribuite, i bonus invece ancora no!
Proseguendo con l’argomento sistema incentivante, stigmatizziamo l’ Azienda, che, da diverse settimane ha pubblicato il SIR relativo al secondo quater 2014, ma sembra ancora in affanno per fornire le classifiche del primo quater. Andiamo male male!!!
Dircredito – FABI – FIBA/Cisl – FISAC/Cgil – UGL CREDITO- UILCA
UCCMB_cosi_nn_va

Back to top button