Banca Valle Camonica: Premio aziendale 2013, accordo sottoscritto

Oggi le Organizzazioni Sindacali scriventi hanno incontrato la delegazione aziendale, presieduta dal responsabile delle Risorse Umane dott.Luigi Carissoni, insieme al dott.Pierluigi Marabelli responsabile delle relazioni sindacali della capogruppo UBI Banca.
Dopo una trattativa che ha visto, per la prima volta in BVC, una discussione aperta su più fronti, è stato condiviso e sottoscritto responsabilmente, anche se a tavoli separati, l’accordo che riguarda il premio aziendale relativo al riconoscimento dei risultati ottenuti dai lavoratori e dalle lavoratrici di Banca di Valle Camonica nel 2013.
Seguendo le linee guida adottate l’anno scorso la quota cash è definita in euro 1.000(mille) per la fascia media 3^ area 3° livello; in alternativa, e beneficiando del vantaggio fiscale, sarà possibile scegliere il “premio sociale” denominato pacchetto welfare presentando, fino alla concorrenza del medesimo importo, il rimborso per le prestazioni di carattere sociale già previste nel 2013 (asilo nido, scuola materna, scuole di ogni ordine e grado, campi estivi, mensa scolastica, università, corsi linguistici, acquisto libri scolastici ecc.).
Infine si possono raggiungere i 1.050 euro complessivi optando per la scelta mista cash/welfare e buoni carburante. Si ricorda che si potrà destinare una quota del premio da versare sullo “zainetto” individuale costituito presso il fondo pensione Previbank (o ad altri fondi pensione a cui i colleghi, nel tempo, si sono associati).
A seguito della firma odierna il premio potrà essere erogato già nel mese di giugno; nei prossimi giorni l’azienda provvederà ad emanare la circolare con le norme collegate. A fronte delle richieste di miglioramento delle previsioni di secondo livello per tutti i dipendenti, promosse dalle scriventi sigle, la delegazione aziendale si è impegnata a portare delle proposte nei prossimi mesi.
Breno, li 5 giugno 2014.
Le Rappresentanze Sindacali Aziendali BVC di FABI e FISAC/Cgil con Dircredito

Scarica comunicato

Back to top button