Processo del Lavoro: legittimità costituzionale dell’art. 32 della legge n. 183/2010 in materia di termini di decadenza per l’impugnazione del licenziamento

La Corte Costituzionale, con sentenza n. 155/2014 – depositata il 4 giugno 2014- ha dichiarato la legittimità costituzionale dell’articolo 32, comma 4, lettera b), della legge n. 183/2010 (c.d. Collegato Lavoro),rilevando la sussistenza di profili concreti che impongono di ritenere ragionevoli le scelte compiute dal legislatore rispetto all’articolo 3 della Costituzione.
I giudici della Consulta hanno ritenuto che l’applicazione retroattiva del più rigoroso regime della decadenza alla sola categoria dei contratti a termine già conclusi prima della entrata in vigore della legge n. 183/2010, trovi la sua ratio in una pluralità di esigenze ed ovvero nella esigenza “di garantire la speditezza dei processi mediante l’introduzione di termini di decadenza in precedenza non previsti; quella di contrastare la prassi di azioni giudiziarie proposte anche a distanza di tempo assai rilevante dalla scadenza del termine apposto al contratto; quella di pervenire ad una riduzione del contenzioso giudiziario nella materia in questione”.
Sent. Corte Costituzionale n. 155 del 21/05/2014
(fonte: Direzione Provinciale del Lavoro di Modena – Dottrina per il Lavoro)

Back to top button