AGCOM: Lettera aperta al Consiglio

Oggetto: Esposizione bandiera italiana fuori della sede principale AGCOM.

Come noto, da oltre un mese, non è più esposta la bandiera dell’Italia fuori della sede di Napoli dell’Autorità.

Poiché il D.P.R. 7 aprile 2000, n. 121, pubblicato nella Gazzetta Uff. del 16 maggio 2000, n. 112, nel regolare l’esposizione delle bandiere all’art. 1, comma 1 l afferma che:

1. La bandiera della Repubblica e quella dell’Unione europea vengono esposte, oltre che nei luoghi indicati dall’art. 2, commi 1 e 2 della legge 5 febbraio 1998, n. 22, di seguito denominata «la legge» anche:

c) all’esterno delle sedi centrali delle autorità indipendenti e degli enti pubblici di carattere nazionale, nonché di loro uffici periferici corrispondenti a quelli di cui alla lettera b).

ci chiediamo se la mancata esposizione del vessillo tricolore è derivata dalla convinzione di codesto Consiglio che Napoli non è più la sede principale dell’AGCOM così come lo è stata la soppressione dal sito dell’AGCOM dell’appellativo “principale” alla sede di Napoli dell’Autorità.
Se così fosse e se entro 24 ore dalla presente non sarà nuovamente esposta la bandiera della Repubblica italiana a fianco di quella europea, denunceremo agli Organi istituzionali, Presidente della Repubblica in primis, un’altra disposizione contra legem di codesto Consiglio, nonché l’ulteriore grave schiaffo alla città di Napoli, visto che anche fuori della sede secondaria di Roma è esposta la bandiera in questione.
Forse per questo Consiglio Napoli non è comunque degna di tenere esposta la bandiera dell’Italia sulla sede dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni?

Si resta in attesa di un urgente riscontro

Back to top button