Crisi: Piketty, Italia metta patrimoni a contribuzione

 

By: Fondation Jean Jaurès – All Rights Reserved

“Tenuto conto dell’ottima salute dei patrimoni privati italiani e del ristagno dei redditi da lavoro, soprattutto quello per le generazioni giovani, penso che sarebbe ragionevole mettere a maggior contribuzione i patrimoni, almeno quelli più alti”. Lo ha detto Thomas Piketty, l’economista francese autore del libro “Il Capitale nel XXI Secolo”, in una intervista al quotidiano online www.stamptoscana.it che ne ha diffusa una sintesi. Alla domanda sulle nuove misure decise dal Governo italiano per uscire dalla recessione, Piketty ha risposto: “Penso che il governo italiano, assieme a quello francese, debba proporre una vera rifondazione democratica della zona euro. Si avrebbero meno austerità, più crescita e meno disoccupazione se la scelta dei livelli di deficit e di investimento pubblico fossero stati decisi da un parlamento della zona euro in cui ogni paese fosse rappresentato proporzionalmente alla sua popolazione. Né più né meno”. Una proposta che “la Germania difficilmente potrebbe rifiutare se Italia e Francia decidessero una buona volta a metterla sul tavolo dei negoziati”, ha concluso l’economista francese.(ANSA).

Back to top button