Uscite da ABI, Bad Bank, Popolari… Focus sul sistema bancario

By: Mark HunterCC BY 2.0
Sabatini (ABI) ipotetica uscita di chicchessia da ABI tema mai posto

In relazione a illazioni circa una ipotetica uscita di chicchessia dall’Associazione Bancaria Italiana, il Direttore Generale dell’ABI smentisce categoricamente che si sia nemmeno mai posto il tema e sottolinea oltretutto come il gruppo UniCredit esprima oggi anche il VicePresidente Vicario dell’Associazione fornendo dunque un contributo rilevante alle attività associative.
Roma, 6 febbraio 2015

Ipotetica_Uscita_Associati_6_2_2015


Banche al test dei conti 2014: dominano gli accantonamenti su crediti

da repubblica.it – MILANO – Si apre una settimana calda per le banche italiane, che in ossequio alle indicazioni della vigilanza unica europea anticiperanno i principali dati contabili del 2014. Circa un mese prima delle loro passate abitudini, e creando qualche mal di pancia in più ai gestori degli istituti, in questa fase articolata di transizione dai controlli nazionali a quelli di Francoforte. E proprio i nuovi controlli, inaugurati dal doppio esame condotto nella parte centrale dello scorso anno sulla qualità dei crediti e sui test in condizioni di stress, condizioneranno i bilanci bancari. La vigilanza di Francoforte, infatti, ha richiesto espressamente che tutti i deficit sugli accantonamenti e sul patrimonio emersi dai test fossero caricati sui conti d’esercizio; anche quelli derivanti dai test di tenuta, ipotizzati con scenari avversi e che a loro volta partivano da una realtà stressata di suo dalla crisi. Per diverse vigilate l’effetto sarà di finire l’ennesimo esercizio in rosso e senza dividendi per i soci. Anche se i problemi patrimoniali dovrebbero essere già noti e in corso di risoluzione.

Banche al test dei conti 2014: dominano gli accantonamenti su crediti – Repubblica.it


Il faro del Fmi sui crediti deteriorati delle banche

da repubblica.it – Il Fondo ricorda che l’80% dei crediti di difficile esigibilità riguarda le imprese, in particolare del Mezzogiorno. I tempi di cancellazione di queste partite si sono allungati con la crisi economica: dai quattro anni del periodo antecedente la recessione agli attuali sei

Il faro del Fmi sui crediti deteriorati delle banche – Repubblica.it


Visco: “Crescita si rafforza. Sì alla bad bank, ma lo Stato sia remunerato”

Il governatore interviene al Forex 2015, il convegno milanese con i più alti rappresentanti della finanza. Pil visto a +0,5% quest’anno e +1,5% il prossimo. Dalla Bce un effetto da un punto percentuale in due anni. Sondaggio tra gli operatori: più ottimisti sulla Borsa, lo spread non fa più paura, euro visto ancora debole.

Visco: %22Crescita si rafforza. Sì alla bad bank, ma lo Stato sia remunerato%22 – Repubblica.it

Back to top button