Veneto Banca: più formazione, ed altre notizie

Lo scorso 30 novembre le scriventi OO.SS. e l’Azienda si sono incontrate per la firma di un Accordo che consentirà di partecipare a un Avviso del Fondo Banche e Assicurazioni. L’Azienda avrà così l’opportunità di ottenere un finanziamento per sviluppare azioni formative finalizzate all’aggiornamento, allo sviluppo e alla riqualificazione dei lavoratori e della lavoratrici over 55, per valorizzarne le competenze e rafforzarne le capacità motivazionali nel contesto aziendale.
Contestualmente le parti, convenendo sull’importanza della formazione professionale, hanno deciso, in via sperimentale e fino al 31 dicembre 2014, di costituire una Commissione tecnica paritetica per la formazione finanziata e finanziabile del personale.

Nel corso dell’incontro le OO.SS. hanno sottoposto all’Azienda le problematiche sorte in seguito alla sostituzione dei buoni pasto cartacei con una card elettronica. L’Azienda si è impegnata a verificare con la società fornitrice, la Edenred, che si dia corso quanto prima al convenzionamento e all’installazione delle apparecchiature Pos negli esercizi presenti sulle piazze dove esistono Filiali o Uffici della Veneto Banca. Le parti si incontreranno entro la fine del gennaio 2013 per verificare se la situazione è migliorata e, in
caso ci fossero ancora problemi, per ricercare adeguate soluzioni.

Per quanto riguarda l’Accordo del 26 ottobre 2012 e gli esuberi la situazione è molto preoccupante. Al momento l’Azienda ha ricevuto una piccola quantità di Ecocert rispetto alla platea di colleghi nati prima del 31 dicembre 1959. Le parti si incontreranno nuovamente per valutare lo stato dell’arte e per introdurre eventuali correttivi per garantire pari diritti a tutti gli interessati.

L’Azienda ha inoltre manifestato alle OO.SS. la necessità di iniziare quanto prima a discutere del Vap e ha accennato la volontà di rivedere il Premio di Fedeltà.

Le OO.SS., come sempre, non si sottrarranno al confronto e sono pronte, fin da subito ad incontrarsi sul tema Premio Aziendale (VAP) , anche in considerazione degli ottimi risultati annunciati alla stampa ed in attesa dei risultati complessivi del 2012 che confidiamo l’azienda vorrà anticipare, già dal prossimo incontro previsto per il 6 dicembre p.v..

Per quanto riguarda il Premio di Fedeltà non comprendiamo le vere motivazioni che spingono l’Azienda ad affrontare un argomento a valle di un accordo sugli esuberi, dal momento che per esplicita richiesta aziendale era stato stralciato il tema ‘contrattazione aziendale’ (secondo livello) nel corso della trattativa sugli esuberi. Peraltro sono ancora incerti i risultati sull’esito delle adesioni all’Esodo volontario che potrebbero, già da solo, quantificare il costo a carico aziendale facendo venir meno altre necessità di bilancio funzionali alla ristrutturazione (a meno che non ve siano altre).

Ogni argomento riteniamo comunque vada trattato nella sede più adeguata e coerentemente con le necessità manifestate da ciascuna delle parti negoziali.

Montebelluna, 03 dicembre 2012
Scarica il documento