Veneto Banca: Domani l’ncontro con il Presidente FAVOTTO

E’ con soddisfazione che vi segnaliamo che domani incontreremo il Presidente Prof. Francesco Favotto. Sarà l’occasione per capire meglio le indiscrezioni circolate sul nuovo Piano Industriale e per conoscere le iniziative che Veneto Banca intende adottare per recuperare rapidamente il gap reputazionale causato dalle recenti vicende mediatiche.
E’ evidente che stiamo attraversando un momento particolarissimo sia a livello nazionale sia per il futuro della nostra banca, e proprio a tal proposito rispetto a quanto circolato ieri su alcuni giornali della stampa locale le scriventi OO. SS. si dissociano sia nel MERITO che nel METODO.
NEL METODO
Chi scrive ha l’abitudine di mettere il proprio nome e cognome quando parla con la stampa e non come qualcuno ha fatto riportando frasi avulse dal contesto e oggetto di un normale intercalare libero e democratico che NON E’ LA POSIZIONE DELLE OO.SS. che scrivono.
Stiamo valutando anche di procedere a vie legali contro chi ha attribuito all’ Organismo Sindacale Unitario informazioni non veritiere.
E ciò affinché nessuno si senta autorizzato, senza esplicito mandato, a parlare a nome di tutte le OO. SS..
NEL MERITO
Veneto Banca ha intrapreso più di un anno fa un lungo percorso di rinnovamento e consolidamento originato dalle ispezioni di Banca d’Italia, in particolare quella del 2013, i cui esiti si vedono a distanza di oltre un anno con il superamento degli Stress Test e del comprehensive assessment. Tuttavia i risultati ottenuti con il prezioso contributo di tutti i dipendenti vengono offuscati da azioni spettacolari e sceniche che nuocciono alle lavoratrici e dei lavoratori, al territorio e ai soci, mirando a distruggere un patrimonio di capitale umano e finanziario che ha sostenuto il territorio anche nella fase di trasformazione delle grandi banche in SPA.
Le vicende giudiziarie faranno il loro corso; ci auguriamo sia il più rapido possibile per riportare chiarezza sugli eventi e per evitare chi si celebrino processi sommari fuori dai luoghi deputati. Quello che serve ora a Veneto Banca e ai suoi dipendenti è vedere riconosciuto in modo certo ed incontrovertibile l’enorme lavoro di rafforzamento e riorganizzazione fatto in questi anni grazie allo straordinario lavoro di tutti.
Per chi scrive, un Comitato Soci è qualcosa da valutare con attenzione, purché sia teso a favorire l’interesse di tutti gli stakeholders e vengano rispettati contenuti, ruoli, tempi e modi.
Sicuramente non siamo disponibili ad operazioni di potere ed a favorire la lobby di turno: su questo argomento sarà necessario un approfondito percorso di analisi e di proposta che apriremo a tempo debito.
Continueremo a mantenere alto il livello di attenzione garantendovi una costante e puntuale informativa invitandovi a diffidare da chi riesce solo a creare confusione e disinformazione.

Montebelluna, 25/02/2015
COORDINAMENTI AZIENDALI
DIRCREDITO FABI FIBA/CISL FISAC/CGIL UILCA

comunicato

 

Back to top button