Bpvi: Sciopero 30 Gennaio 2015

I dipendenti del gruppo Banca Popolare di Vicenza si sono fatti sentire!

A livello nazionale i dati sono noti e pubblicizzati: oltre il 90% della categoria ha scioperato compatta da Nord a Sud ed oltre il 95% delle filiali ha chiuso i battenti!
Non si ferma qui l’azione di protesta e di contrasto ai progetti di Abi circa la destrutturazione del Contratto Nazionale con fine ultimo l’eliminazione della categoria.
Noi a testa alta abbiamo ribadito e ribadiamo la nostra professionalità ed il nostro impegno a fianco del territorio e dei clienti!
Nel nostro Gruppo, seppur non in linea con le medie nazionali, la percentuale di chiusura delle filiali è stata quasi totale e l’adesione globale comunque si è attestata su livelli ben più alti del precedente sciopero fatto nel 2013.
Vi è stato un disallineamento troppo ampio da parte dei colleghi della Direzione Generale che sembrano aver percepito con minor sensibilità la gravità del momento rispetto alla rete.
Per coloro che non hanno scioperato ci sentiamo solo di ribadire che stare uniti, soprattutto in un momento epocale come quello attuale, è l’unica arma rimasta di fronte ad una spietata indifferenza da parte di ABI che vuole togliere sempre più a tutti per dare ai “soliti noti” !
IL PERCORSO NON SARA’ FACILE!
Solo agendo compatti si vanifica ogni possibile tentativo di ritorsione dando coerenza e forza alle idee.
TUTTI DOBBIAMO CREDERCI!
Cari colleghi del Gruppo difendiamo anche noi il Contratto Nazionale, l’unico in grado di garantire economicamente e socialmente la categoria e salvaguardare l’occupazione e la dignità di tutti i lavoratori. E’ molto importante rimanere uniti e questo dipende da ciascuno di noi e non può essere delegato.
Le OO.SS. RINGRAZIANO tutti coloro che hanno aderito e capito l’importanza di questo sciopero.
Organo di Coordinamento Gruppo BPVi
DIRCREDITO – FABI – FIBA/CISL – FISAC/CGIL

comunicato

Back to top button