Banco Popolare Toscana: lavoro in solitudine

By: UK Film Location – All Rights Reserved

Lettera delle OO.SS ai responsabili aziendali. 

A seguito di alcuni sopralluoghi eseguiti, ci corre l’obbligo di segnalare una situazione alquanto critica che si verifica ormai quasi costantemente dall’avvento del nuovo sistema organizzativo hub e spoke.

Nelle dipendenze spoke con organico assegnato di due risorse (Polo Valdarno, Ripafratta, Terricciola, Uliveto), in caso di assenza di una delle due, l’altra non viene quasi mai sostituita con una delle risorse presenti presso la filiale hub. Ciò comporta che chi rimane si trova a lavorare in solitudine, con i gravi problemi di carattere operativo e di salute e sicurezza che si possono facilmente comprendere. Tale situazione si manifesta anche in caso di assenze di lunga durata come quelle derivanti dall’utilizzo delle ferie estive.

Chi rimane a svolgere il lavoro in solitudine, oltre a sostenere da solo i considerevoli carichi di lavoro derivanti dalla elevata affluenza di clientela di questi sportelli, è spesso impossibilitato anche a ricavarsi una breve pausa per qualsiasi tipo di necessità personale. Questa situazione risulta chiaramente ancora più critica sul piano della sicurezza e maggiormente carica di rischi operativi per gli sportelli di Cascine di Buti (situazione del tutto anomala per una gestione con monoperatore), Lari e di Pontedera Ospedale che ci risultano operare stabilmente con un unico addetto.

Queste condizioni di lavoro, nonostante la buona volontà dei colleghi coinvolti, impediscono di cogliere al meglio le opportunità commerciali.

Fermo restando che risulta assolutamente necessario effettuare le opportune sostituzioni, anche all’interno del nucleo, affinché l’organico di queste dipendenze non scenda sotto le due risorse, è comunque opportuno almeno come primo intervento sul piano della salute e sicurezza, dotarle di un dispositivo cash-in cash-out e di un dispositivo di telesoccorso, laddove non ancora in dotazione.

Auspichiamo che, come abbiamo riscontrato in altri territori, il personale venga gestito in modo tale che nessuno venga lasciato a lavorare in solitudine. Si tratta di una misura essenziale di protezione del personale e di considerazione per le esigenze della clientela.

Restiamo in attesa di un vostro riscontro in merito a quanto segnalato. Distinti saluti.

Lettera ag. spoke area pisa

Back to top button