D.N. della Fisac: si all’ipotesi d’intesa CCNL ABI – aggiornato

DISPOSITIVO FINALE CDN FISAC CGIL 9 4 2015

Da Sole24ore – Ok dai direttivi Fabi e Fisac

Il contratto dei bancari passa l’esame dei direttivi degli autonomi della Fabi, guidati da Lando Maria Sileoni(dal 28 al 30 aprile il consiglio nazionale a Roma) e della Fisac-Cgil, guidata da Agostino Megale. Un risultato quest’ultimo tutt’altro che scontato e che preoccupava non poco, visto che nelle assemblee per l’approvazione del precedente contratto l’opposizione più forte è arrivata dall’area massimalista della Fisac.

Il nuovo contratto, siglato il primo aprile e valido fino al 31 dicembre 2018, prevede un aumento medio di 85 euro a regime, mantenimento dell’attuale normativa sull’area contrattuale, rafforzamento degli ammortizzatori sociali, maggiori tutele per i lavoratori esternalizzati e incentivi per l’occupazione giovanile. Se la Fabi, come spiega Sileoni, ha approvato all’unanimità, nella Fisac è stata raggiunta la maggioranza del parlamentino su cui Megale contava: 109 hanno votato a favore, 56 contro e 1 si è astenuto. Concludendo i lavori, Megale ha sottolineato che «il valore del pluralismo per noi della Cgil è un patrimonio e una ricchezza. Adesso tutta la Fisac sarà impegnata a sostenere l’intesa nelle assemblee».

Dopo i direttivi delle altre sigle, il testo dell’accordo sarà sottoposto alle assemblee dei lavoratori che si svolgeranno dai primi di maggio fino al 15 giugno. (C.Cas.)

Dichiarazione Stampa di Agostino Megale

“Dopo due giornate di discussione intensa e partecipata nel parlamentino della Fisac Cgil chiamato a votare sull’ipotesi di intesa del rinnovo del contratto dei bancari, questa viene approvata con 109 voti a favore, 56 contrari e 1 astenuto”. Ad affermarlo è il segretario generale della categoria dei lavoratori del credito della Cgil, Agostino Megale. “Con 79 interventi – aggiunge -, frutto di un dibattito vero e appassionato, l’approvazione dell’ipotesi di intesa impegna adesso tutta l’organizzazione della Fisac a sostenere l’ipotesi di accordo nelle assemblee. Due giorni di prezioso e importante, così come lo è e lo sarà il percorso con i lavoratori, a ribadire come la Cgil consideri il pluralismo e il confronto delle idee un grande valore, che resta un patrimonio e una ricchezza da tutelare”. Ora, ricorda Megale, “dovranno partire le assemblee, da concludere entro il 15 giugno, all’insegna di una forte valorizzazione della riconquista del contratto nazionale, con la difesa dell’area contrattuale e degli inquadramenti. Il tutto con il grande valore di un’anima sociale del contratto che parla ai giovani, al sostegno a chi ha perso il lavoro e al mantenimento per tutti gli occupati delle garanzie e delle tutele anche in presenza della nuova legislazione sul lavoro”, conclude.

15.38 Il Direttivo Nazionale ha approvato l’ipotesi d’intesa per il rinnovo del contratto nazionale ABI con  109 voti a favore, 56 contrari, 1 astenuto.

14:45 È in corso l’intervento conclusivo di Franco Matini, Segretario Cgil.

13:40 Ultimi tre interventi prima di quello del Segretario Generale Agostino Megale.

Seconda giornata del Direttivo Nazionale della Fisac Cgil. Sono in corso gli interventi e nel pomeriggio è prevista la votazione in merito all’ipotesi d’intesa per il rinnovo del contratto nazionale dei bancari ABI. A breve ulteriori aggiornamenti.

Back to top button