Violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro, rifiuto della prestazione lavorativa

Con sentenza n. 6631/2015, la Corte di Cassazione ha affermato che qualora il datore di lavoro dovesse violare il rispetto degli obblighi in materia di sicurezza sul lavoro non assicurando condizioni di lavoro idonee ai lavoratori, questi ultimi sono legittimati a non eseguire la prestazione lavorativa, eccependo l’inadempimento datoriale ai sensi dell’art. 2087 codice civile.
Il caso riguardava la fermata dell’attività lavorativa per un’ora e mezza in uno stabilimento nel quale l’impianto di riscaldamento era in avaria.
Sent. Cassazione Sez. Lavoro n. 6631/2015 del 01/04/2014

Back to top button