Marsh: Rottura trattative rinnovo C.I.A.

In data odierna, presso l’Unione del Commercio, si è tenuto il 13mo incontro per il rinnovo del contratto integrativo.

Siamo rimasti delusi dal comportamento aziendale che, dopo aver argomentato l’ennesima proposta irricevibile, a seguito di nostre osservazioni in merito, ha ritenuto di abbandonare il tavolo delle trattative, dopo nemmeno una quindicina di minuti.

Il comportamento aziendale ci ha lasciato basiti, in quanto le organizzazioni sindacali stavano semplicemente verificando la possibilità di trovare soluzioni condivise, sia sulla partita economica, che su quella normativa.

L’Azienda si è presentata in trattativa con quella che, evidentemente, riteneva essere la proposta definitiva e non negoziabile per chiudere la vertenza.

Nello specifico, strumentalizzando il fatto che, ad aprile ed a novembre l’Azienda dovrà farsi carico delle due trances degli aumenti contrattuali previsti dal C.C.N.L., quanto offerto si è articolato su due punti: l’introduzione del ticket elettronico del valore unitario di € 6,20 (contro l’attuale valore di € 6,00) e l’aumento del contributo per la polizza R.S.M.O. di €30,00 annui per il 2015 ed ulteriori € 30,00 annui per il 2017.

Le rappresentanze sindacali hanno semplicemente e doverosamente fatto notare che, rispetto al ticket, l’Azienda non stava offrendo nient’altro che il risparmio fiscale che avrebbe realizzato dall’adozione del ticket elettronico, e che, per la parte R.S.M.O., la cifra messa a disposizione avrebbe riguardato solamente i Colleghi fruitori della polizza (circa 300) e non tutta la popolazione aziendale (circa 700).

Ogni nostro tentativo di raggiungere delle intese, almeno parziali, su queste ed altre tematiche è risultato vano, considerando, invece, che quanto richiesto è compatibile con gli ottimi risultati raggiunti (+ 3,7% di Risultato Operativo Netto) ed in linea con quanto i nostri competitors riconoscono ai propri Dipendenti..

Ulteriori ragguagli e valutazioni in merito alle iniziative da intraprendere saranno oggetto di confronto nell’assemblea che si terrà nella mattinata del 7 maggio c.a.

Milano, 23 aprile 2015

Le R.S.A. FISAC/CGIL (Rossana La Motta – Fulvio Pavichievaz)
UILTUCS (Andrea de Laurentiis – Michele Tamburrelli)
Le OO.SS. FISAC/CGIL (Fulvio Pavichievaz)
UILTUCS (Giovanni Gazzo)

Comunicato

Back to top button