Ubis: NO Newton month

Prosegue la protesta dei Lavoratori di Ubis contro le esternalizzazioni Lo scorso 3 dicembre si è consumata la procedura di conciliazione presso l’ABI, la posizione aziendale sugli scorpori del progetto Newton non è mutata, anzi in modo surreale è riproposto lo stereotipo di un’operazione ad ampio respiro senza traumi per lavoratrici e lavoratori. Ovviamente nemmeno le posizioni delle OOSS sono cambiate ed è stata riconfermata la volontà di proseguire il percorso di mobilitazione iniziato il 26 Ottobre. In coerenza con quanto già deciso è stato reiterato lo sciopero degli straordinari e delle prestazioni aggiuntive dei Quadri Direttivi fino al 10 Gennaio ed è stata indetta un’intera giornata di sciopero articolata in date diverse, accorpando i poli territoriali.
Le scriventi OOSS hanno unitariamente stabilito il seguente programma di sciopero, nel rispetto del mandato delle assemblee che invitavano a reiterare le procedure di sciopero non limitando, al contempo, le mobilitazioni ad una sola giornata. L’intenzione è di coprire con queste iniziative il periodo dal 16 Dicembre, primo giorno utile dopo i 10 di “raffreddamento”, al 10 Gennaio 2013. La modalità scelta è nella logica di alterare i legami funzionali e organizzativi che collegano i vari poli e le attività di UBIS, in modo da produrre il massimo del clamore, soprattutto nelle province più sensibili alla territorialità, nel tempo e con la minima perdita di retribuzione per i Lavoratori e le Lavoratrici.
Non possiamo nasconderci che la strada per la contrapposizione al progetto sarà ancora lunga e tremendamente in salita, per questo siamo convinti che l’immagine di un’intera società in “mobilitazione” per più giornate, anche con lo sciopero delle prestazioni aggiuntive, integri la diversa efficacia, che è stata
considerata, di bloccarne l’operatività in una sola tornata. Inoltre il periodo a ridosso delle vacanze natalizie che vedrà molti colleghi e colleghe assenti, per ferie, dai posti di lavoro avrebbe depotenziato uno sciopero svolto in una singola giornata.
Crediamo che, oltre alle attività univoche sui singoli poli che subiranno disservizi in giorni diversi, le date individuate consentano, a partire da Piazza CORDUSIO per Milano, di organizzare manifestazioni e presidi numerosi.
Per quanto riguarda le attività trasversali che la presenza su un unico polo di una parte della struttura consenta il funzionamento normale delle attività non possiamo pensarlo, sarebbe una ratifica di quel che dicono i nostri TOP MANAGER che siamo in “troppi ed inutili”.
Questa proposta finora poco utilizzata nel nostro contesto, al contrario di altri settori lavorativi,ha come priorità un’elevata partecipazione alla mobilitazione. Il riscontro sarà, a nostro parere, il medesimo e il messaggio di dissenso al Gruppo avrà la stessa valenza di quello del 26 Ottobre. Il criterio di indire, per
esempio, lo sciopero in un periodo così delicato come il 4 Gennaio su Verona e Roma non è casuale. In questi poli sono presenti strutture che, operando sulle 24 ore per 7 giorni la settimana , bloccheranno la loro operatività anche nel WEEK END successivo. Al fine di dare maggior risalto alla vertenza, anche rispetto all’opinione pubblica, La suddetta modalità, comporterà l’obbligo da parte di Unicredit di tenere affisso per più giorni, nel periodo natalizio, l’avviso alla clientela di possibili disservizi.
Chiamiamo tutti ad un forte segnale di solidarietà tra i Lavoratori dei poli di UBIS, dopo il NO NEWTON DAY dello scorso 26 ottobre, dichiariamo il NO NEWTON MONTH nel mese di dicembre.
In un momento che dovrebbe essere dedicato alle festività chiediamo ai Lavoratori e alle Lavoratrici di scendere in piazza per protestare contro un progetto che vuol far pagare il prezzo più alto a coloro che mandano avanti quest’azienda giorno dopo giorno e che da questo management sono considerati persone
non più in linea con gli SKILL professionali richiesti, la cui età media di 49 anni non permette la loro riconversione.
Per questo l’azienda ci ha riempiti di 2000 consulenti dal costo medio di 130.000 € l’anno, e paga una primaria società di consulenza, esclusivamente per “pianificare” lo scorporo dell’area IT, 4 Milioni di €.
Non è il momento di esercitarsi in discussioni sulle modalità che sono state scelte, in un contesto legislativo che sembra fatto apposta per complicare qualsiasi iniziativa di protesta, è notizia dell’ultima ora che siamo chiamati a rispondere alla commissione di garanzia, ovviamente per denuncia aziendale, che ritiene
illegittima la proclamazione della astensione della reperibilità.
UBIS e il Gruppo si sono scrollati di dosso anche gli ultimi brandelli di credibilità !!!
Nei prossimi giorni le RRSSAA dei vari poli concorderanno a livello locale le ulteriori iniziative per amplificare l’esito della protesta è per il buon esito dello sciopero.
La lotta è lunga e solo uniti e coesi possiamo far sentire forte la ns. contrarietà al progetto Newton.
E’ per questo che scioperiamo è per questo che diciamo basta !
Articolazione dello sciopero
· MARTEDI’ 18/12/2012 per tutte/i le/i Lavoratrici/tori dei poli delle regioni PIEMONTE e LOMBARDIA
· VENERDI’ 21/12/2012 per tutte/i le/i Lavoratrici/tori dei poli delle regioni TRENTINO ALTO ADIGE, UMBRIA, TOSCANA e LIGURIA
· VENERDI’ 28/12/2012 per tutte/i le/i Lavoratrici/tori dei poli delle regioni EMILIA ROMAGNA, FRIULI VENEZIA GIULIA, SICILIA BASILICATA CAMPANIA e PUGLIA;
· VENERDI’ 4/12/2012 per tutte/i le/i Lavoratrici/tori dei poli delle regioni VENETO, LAZIO, MARCHE, MOLISE e SARDEGNA tranne gli addetti della Sala Operativa di Verona e del SOC di Roma;
· SABATO 5/1/2013 per gli addetti alla Sala Operativa di Verona e gli addetti al SOC di Roma, se per esso lavorativo, o durante il loro primo turno successivo a tale date entro lunedì 7/1/2013

Fatte salve le franchigie previste dall’accordo di categoria è inoltre indetto lo sciopero degli straordinari, delle prestazioni eccedenti l’orario di lavoro dei Quadri Direttivi dal 16 dicembre 2012 al 10 gennaio 2013 secondo il calendario di seguito riportato:
domenica 16 dicembre 2012
lunedì 17 dicembre 2012
sabato 22 dicembre 2012
domenica 23 dicembre 2012
sabato 29 dicembre 2012
domenica 30 dicembre 2012
venerdi 4 gennaio 2013
sabato 5 gennaio 2013
domenica 6 gennaio 2013
giovedì 10 gennaio 2013

Milano 7 dicembre 2012

SEGRETERIE DI COORDINAMENTO UBIS S.C.p.A
DIRCREDITO – FABI – FIBA/CISL – FISAC/CGIL – UGL/CREDITO – UILCA – SINFUB

Scarica comunicato

Back to top button