Gruppo Intesa Sanpaolo: Riorganizzazione Divisione Private Banking

In data 13 maggio 2015 si è svolto l’incontro relativo alla procedura di trasferimento di ramo d’Azienda, relativo alle attività di “governance”, da Intesa Sanpaolo Private Banking (ISPB) a Banca Fideuram (BF).
Il progetto, che prevede anche la cessione a BF dei pacchetti azionari ISPB e Sirefid, è finalizzato alla combinazione industriale e riorganizzazione di ISPB e BF per la creazione di una realtà leader nel settore del Private Banking, nell’ambito del Piano Industriale 2014-2017 di Gruppo ISP. Non sono previste tensioni occupazionali in nessuna delle aziende della divisione, su nessuna piazza di lavoro.
Dal 1° di luglio vengono trasferite da ISPB a BF le attività e relative 110 risorse dei seguenti uffici:
– Compliance
– Risk Management
– Amministrazione Finanza e Controllo
• Finanza (comprese le attività e risorse in ambito di execution desk e cambi)
• Amministrazione
• Segnalazioni
• Controllo di Gestione
– IT. Operation e Affari Generali
• Organizzazione e Sviluppo
• Affari Legali
• Operation e IT
• Logistica e Servizi
• Personale
L’accordo sottoscritto prevede che il rapporto di lavoro del personale appartenente al ramo d’azienda conferito prosegue senza soluzione di continuità in BF, presso l’attuale sede di lavoro. I colleghi manterranno le attuali norme e trattamenti previsti dal percorso di armonizzazione di gruppo. I part-time proseguiranno il loro rapporto di lavoro alle stesse condizioni pattuite.
E’ previsto un incontro entro luglio sul “piano industriale” della divisione e relativi cantieri avviati e un ulteriore incontro entro il 31 dicembre finalizzato alla verifica dello stato di avanzamento del progetto e l’applicazione del presente accordo.
Milano, 13 maggio 2015
Delegazione Trattante Gruppo Intesa Sanpaolo
OO.SS. Intesa Sanpaolo Private Banking e Banca Fideuram
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – SINFUB – UGL – UILCA –UNISIN

Comunicato
Accordo

Back to top button