Banca d’Italia: Dovremmo avere un ispettore in ogni Filiale

Nell’edizione odierna del Corriere della Sera, si segnala una bella intervista fatta al nostro Direttore Generale in merito alla problematica delle 4 Banche oggetto di ristrutturazione che hanno provocato, tra l’altro, il venir meno di azioni e obbligazioni subordinate con effetti devastanti per moltissimi cittadini.

Innanzitutto, occorre dare atto della spiccata attitudine alla comunicazione del dr. Rossi, specie in momenti delicati come questi, nei quali la Banca rispondendo agli attacchi provenienti dall’”esterno” difende l’operato di chi lavora nel nostro Istituto.

Siamo anche contenti di vedere che, ogni tanto, si ammetta che l’Unione Europea sbagli e che ci si renda conto che qualche intervento pubblico per regolare il mercato sia necessario.

Ma soprattutto è “bello” leggere che per evitare truffe ci sarebbe bisogno, usando proprio le parole del Direttore Generale, di “un ispettore in ogni Filiale”.

Per cui ci permettiamo di aggiungere una domanda all’intervistato: perché………..se poi chiudiamo le nostre Filiali?

Aspettiamo di trovare la risposta del dott. Rossi direttamente nelle nostre caselle postali aziendali, come è costume ultimamente.

Roma 11 dicembre 2015

La Segreteria Nazionale

Back to top button