Bcc Puglia e Basilicata: le regole e la dignità non sono in (S)vendita… natalizia

In data odierna si è perpetrato l’ennesimo inutile atto sulla travagliata questione del Premio di Risultato.
La Federazione delle BCC di Puglia e Basilicata ci ha convocato per “Comunicazioni” vertenti il PDR: nessuna discontinuità rispetto ai due incontri precedenti.
Verificato che la posizione di controparte non è mutata ma al contrario si è ancor più fossilizzata anche per via della presenza al tavolo del “Responsabile del Servizio Politiche Sindacali di Sistema e Consulenza GiusLavoristica di Federcasse” (!) le Organizzazioni Sindacali hanno immediatamente ritenuto non giustificata la convocazione in quanto priva di alcuna novità positiva.
Anzi, una novità l’hanno introdotta: l’intenzione di pagare un importo di PDR (così definito solo dalla Federazione e non condiviso dalle OOSS scriventi) sulla base di parametri da loro arbitrariamente definiti e gravemente penalizzanti.
Questo non è il PDR che ci spetta!!
Si è consumata l’ultima offesa alla dignità delle lavoratrici e dei lavoratori delle BCC di Puglia e Basilicata, ai quali non si vogliono riconoscere i frutti del lavoro svolto, azzerando tutte le regole contrattuali attualmente in vigore.
Si conferma lo STATO DI AGITAZIONE invitando tutti i colleghi a non effettuare prestazioni di natura straordinaria e a rispettare le norme del CCNL e del CII senza deroghe.
Vi terremo informati sulle iniziative sindacali più incisive che andremo ad intraprendere.
Bari, 6 dicembre 2013
Le Segreterie Regionali Puglia
Fabi Fiba Cisl Fisac Cgil Sincra Ugl Uilca Uil Dircredito
Scarica comunicato