Bcc: Anche in Calabria si paga… il PDR!

È stato raggiunto in data odierna l’accordo per l’erogazione del PDR BCC Calabria esercizio 2014. La lunga fase negoziale avviata nel novembre scorso e caratterizzata anche da alcuni momenti di rottura, si è conclusa con un accordo soddisfacente, con il quale è stata nettamente superata la posizione iniziale di controparte (erogazione di un montante complessivo pari a quello dello scorso anno) garantendo ai lavoratori delle BCC calabresi un recupero della produttività di tutto rispetto e certamente meritato.
I valori erogati hanno tenuto conto dell’impatto delle voci straordinarie con una modulazione dei parametri assolutamente in linea con quanto avvenuto nelle altre contrattazioni regionali (ricordiamo che già tutte le altre federazioni hanno chiuso entro l’anno 2015 l’accordo sul PDR), senza l’inserimento di clausole limitanti e mantenendo tutto l’impianto normativo esistente, clausole di garanzia incluse (in particolare la clausola del minimo garantito pari al 70% del premio medio regionale), con importi medi minimi di oltre 1.100 Euro (fatta eccezione per le ripescate), pur dovendo considerare la mutabilità delle classificazioni contabili rispetto all’impianto contrattuale di riferimento (Regolamento del PDR) ormai datato.
Alla BCC del Crotonese, pur non avendo i requisiti a termini di regolamento è stato erogato un premio ‘politico’ di Euro 130,00 circa medi (pari al valore delle ripescate).
L’erogazione del PDR avverrà entro il corrente mese di gennaio, potendo fruire altresì della prevista tassazione agevolata.
Cosenza, 08/01/2016.
FABI-FIRST/CISL-FISAC/CGIL-UILCA-UGL
Regionali Calabria/Coord.ti Reg. BCC Calabria

Comunicato

Accordo