Direct Line: 16 giugno ancora sciopero

Lo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori di Direct Line continua domani con un presidio davanti alle sede di Ania in via Aldo Rossi 4 in concomitanza con la trattativa del rinnovo del Contratto Nazionale Ania.

A nessuno sfugge che, una dichiarazione di esuberi così importante nella fase delicata in cui ci troviamo nella vertenza con ANIA, appesantisce ulteriormente un quadro già critico, anche considerando che la dirigenza di Direct Line è impegnata nella delegazione trattante di parte datoriale.

Chiediamo a tutti di partecipare attivamente e massicciamente al presidio a sostegno della vertenza, che per le sue caratteristiche investe tutta la categoria.

Il presidio inizierà alle 9.30 e si protrarrà per tutta la mattinata.

Vi chiediamo di essere presenti dal primo orario utile per accogliere i lavoratori che ci raggiungeranno partendo dall’azienda.

Via Aldo Rossi 4 è raggiungibile con la Metropolitana Lilla(M5) fermata Portello seguendo poi le indicazioni Casa Milan oppure con la Metropolita Rossa (M1) fermata Lotto e due fermate di 90 lungo viale Serra.

Testo del volantino

4^ giornata di sciopero in Direct Line con altissima adesione (circa 90%) e presidio presso l’azienda, mentre le Rappresentanze Sindacali Aziendali dalle 11.00 alle 14.00 hanno incontrato la Direzione del Personale e l’amministratore delegato.

Successivamente le RSA hanno relazionato alle lavoratrici e lavoratori in presidio quanto la Direzione aveva comunicato.

La gravità della situazione resta immutata a fronte della conferma degli esuberi da parte dell’Azienda.

Le RSA hanno ottenuto la disponibilità dell’amministratore delegato a comunicare i dati, piano industriale e bilancio, necessari al proseguimento del confronto, con l’obiettivo di ridurre al minimo gli impatti occupazionali.

Il primo degli incontri fissati tra le RSA e la Direzione dell’azienda si svolgerà domani dalle ore 9.30 alle 16.00.

L’assemblea odierna ha inoltre confermato il pacchetto di 40 ore di sciopero deliberato nell’assemblea di lunedì ed è stato indetto il prossimo sciopero, con presidi davanti all’azienda e alla sede milanese di ANIA, della durata di mezza giornata per il personale full-time e tutto il turno per il personale part-time nella mattinata di giovedì 16 giugno.

Le lavoratrici e i lavoratori di Direct Line, uniti e solidali tra loro, hanno perfettamente chiaro di essere solo all’inizio di una lunga e difficile vertenza e sono pronti a continuare la mobilitazione per difendere ogni posto di lavoro.

Le RSA Fisac/CGIL Direct Line

Milano, 15/6/2016

COMUNICATO15062016DL

 

Back to top button