Banche: Megale (Fisac Cgil), Renzi e Padoan intervengano in Europa Mettere in sicurezza il settore e Mps

Roma, 5 luglio – “Renzi e Padoan devono svolgere un ruolo politico alto e forte con la Commissione Europea per evitare ulteriori difficoltà al settore bancario, sovraesposto dopo Brexit, mettendo definitivamente in sicurezza Monte Paschi di Siena”. È l’invito esplicito del segretario generale della Fisac Cgil, Agostino Megale, al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e al ministro dell’Economia, Piercarlo Padoan. Un ruolo politico, prosegue il dirigente sindacale, “che vuol dire non accettare vincoli burocratici e non avere cedimenti politici nei confronti di nessuno, facendo valere le ragioni del nostro paese per rendere effettiva l’attivazione di una Bad Bank che liberi il terzo gruppo del paese dalle sofferenze”. Un’operazione che per Megale vuol dire “rilanciare Mps, i cui fondamentali dopo anni di sacrifici occupazionali oggi sono sani. Dunque nessun cedimento né alla Bce e neanche alla Merkel. In questi anni il sindacato ha fatto fino in fondo la sua parte con enormi sacrifici in termini di posti di lavoro e di condizioni di lavoro. Adesso il Premier, oltreché alzare i toni, deve portare a casa dall’Europa soluzioni concrete senza alcun cedimento. Soluzioni – conclude – che mettano in sicurezza la banca, tutelino tutti gli occupati e diano fiducia ai clienti e ai risparmiatori”.