MdL: istruzioni sulla tracciabilità dei voucher

Il nuovo Istituto Nazionale del Lavoro previsto dal Jobs Act, denominato anche Agenzia unica per le ispezioni del Lavoro, che prende ufficialmente il posto di INPS, INAIl e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il controllo del rispetto della regole da parte di dipendenti e datori di lavoro, diventando quindi titolare di tutte le funzioni precedentemente suddivise tra i tre enti, ovvero, funzioni di coordinamento, controllo e vigilanza su contribuzione e assicurazione obbligatoria, così come sul rispetto della normativa in materia di sicurezza sul lavoro, ha ieri prodotto il suo primo atto.

In considerazione che tra i compiti dell’Ispettorato nazionale del lavoro c’è quello di vigilare sulla corretta applicazione delle norme relative all’utilizzo dei voucher INPS, è stata emanata ieri circolare, che alleghiamo, con la quale si dettano le istruzioni operative per la comunicazione obbligatoria del loro utilizzo.

La circolare n. 1 del 17 ottobre 2016 riprende quanto previsto in materia dal recente D.lgs. Correttivo del J.A. n. 185/2016 entrato in vigore lo scorso 8 ottobre che alleghiamo anch’esso.

La stessa, oltre che riprendere le nuove procedure stabilite dal 185/16, distinte tra imprenditori non agricoli e professionisti e imprenditori agricoli, riporta puntualmente sia gli estremi delle sanzioni che gli indirizzi e-mail delle sedi territoriali dell’Ispettorato del Lavoro alle quali inviare le comunicazioni previste.

Evidenziamo il fatto che la circolare prevede la possibilità dell’invio di eventuali integrazioni o modifiche a quanto già inviato, così come la possibilità di indicare in un’unica e-mail più nominativi dei lavoratori.

Non sarà ancora possibile inviare invece le comunicazioni via SMS.

Per questa opportunità occorrerà ancora attendere un apposito decreto con il quale il Ministero del Lavoro produrrà le opportune indicazioni.

DECRETO LEGISLATIVO 24 settembre 2016, n. 185

Circolare-INL-17-ottobre-2016-n.1(1)