CCNL ANIA: Contratto unico con i bancari, Aisa, Ergo Previdenza, liquidazioni coatte…

2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 8 - Fna 9 - Snfia 6 - Uilca

In data 26 Settembre u.s le Segreterie Nazionali hanno incontrato ANIA per definire alcune situazioni ancora aperte e preparare l’iter che condurrà alla stesura del testo coordinato del CCNL ANIA, rinnovato il 22 febbraio u.s.
Preliminarmente sono stati discussi alcuni temi importanti per il nostro Comparto:

CONTRATTO UNICO SETTORI ASSICURATIVO E BANCARIO

L’ANIA ha riconfermato la sua contrarietà all’eventuale Contratto Unico per il settore assicurativo e quello bancario.

AISA

Europassistance, a luglio, ha formalizzato la volontà di uscire da AISA per entrare in ANIA.
Le OO.SS hanno evidenziato la necessità di chiarire in tempi rapidi (ricordiamo che siamo ancora in assenza di rinnovo CCNL AISA) la posizione delle altre aziende che aderiscono ad AISA, con l’obiettivo di far confluire la specificità AISA nel CCNL ANIA, così come previsto dal recente rinnovo.
L’ANIA ha affermato che è già in corso un approfondimento su tutta la tematica con le aziende coinvolte e darà una risposta precisa in tempi brevi.

FUSIONE ERGO PREVIDENZA/EUROVITA/OLD MUTUAL

Operazione coinvolge circa 300 lavoratrici e lavoratori con sedi a Roma e Milano.
La procedura prevista dall’art. 47 L. 428 si è conclusa senza accordo sindacale per la rigidità di Ergo Previdenza (società che acquisisce Eurovita e Old Mutual).
La mancanza di un Accordo Quadro sulle tutele occupazionali non è accettabile e stride con la storia del nostro settore che ha sempre visto, nei casi di fusioni tra più aziende, la definizione di accordi importanti sulle tutele occupazionali.

Le OO.SS hanno pertanto sollecitato ANIA a farsi parte attiva affinché nell’ambito della procedura art. 15, che si aprirà tra qualche giorno, si creino le condizioni favorevoli per un accordo sostenibile.
ANIA si è resa disponibile a favorire le condizioni per un negoziato costruttivo e positivo.

CCNL ANIA

L’incontro è poi proseguito sulle tematiche del contratto nazionale, affrontando un nodo importante per la categoria: le liquidazioni coatte amministrative.
E’ stato discusso il nuovo regolamento relativo alle misure di sostegno all’occupazione per il personale d’imprese poste in LCA, che andrà a disciplinare quanto convenuto il 22 febbraio u.s. e, nonostante alcune differenze d’impostazione, l’incontro è stato positivo e potrebbe consentire un passo avanti definitivo nel prossimo incontro, che è stato fissato per il prossimo 17 ottobre a Milano.

Roma, 26 settembre 2017

Le Segreterie Nazionali

Back to top button