Ex – Veneto Banca e BPVI: nessuno sarà lasciato solo

3 - Fisac Cgil

L’operazione salvataggio delle banche venete deve garantire la salvaguardia dell’occupazione oltre che  per coloro che sono stati acquisiti da Banca Intesa anche  per tutte le lavoratrici ed i lavoratori delle  società che sono rimaste fuori dal perimetro.

Non ci devono essere licenziamenti e le soluzioni vanno trovate nel più breve tempo possibile per dare certezze agli oltre 700 lavoratori e alle loro famiglie. Queste persone continuano a lavorare pur nella grande preoccupazione del futuro e fra notizie quotidiane spesso contraddittorie.

Come Segreteria Nazionale della Fisac Cgil ci stiamo attivando a tutti i livelli per assicurare la salvaguardia dei posti di lavoro e la tutela dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti.

Non lasceremo solo nessuno e agiremo a qualsiasi livello istituzionale (governo, commissari ed altri) sia necessario per dare certezze occupazionali quanto prima alle persone.

Roma, 20 ottobre 2017

Segreteria Nazionale Fisac CGIL

Fulvia Busettini   Cinzia Ongaro

Back to top button