Gruppo Crédit Agricole Italia: progetto Fellini, apertura procedure CCNL

1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca 7 - Unisin

PROGETTO FELLINI:
APERTA LA PROCEDURA DI CONFRONTO

Nel corso dell’incontro di Gruppo dello scorso 15 febbraio, la delegazione aziendale ha formalmente presentato alle scriventi OO.SS. gli interventi legati ai processi di fusione ed integrazione riguardanti le Casse di Cesena, Rimini e San Miniato e le relative ricadute.

È stata ribadita dalla controparte la necessità di un pronto rilancio produttivo e reddituale tramite l’adozione del modello commerciale da tempo in vigore nel Gruppo, l’ottimizzazione dell’organico centro-rete e l’integrazione del sistema informatico. Il totale degli investimenti nel triennio 2018-2020 sarà di circa 100 milioni di euro.

Rispetto alle date fissate per la migrazione informatica, la portafogliazione sarà anticipata al mese di maggio a Rimini e Cesena, mentre in aprile avrà luogo la correlata formazione. Gli affiancamenti presso le filiali delle tre Casse da parte dei colleghi Crédit Agricole coinvolgeranno per due settimane dai 120 ai 150 colleghi (sono in corso di valutazione da parte dell’Azienda le misure gestionali per ovviare alle assenze, comprese le assunzioni di lavoratori interinali), mentre nel periodo pre-migrazione tutti gli Assistenti alla clientela del perimetro Fellini effettueranno una settimana di affiancamento presso una filiale del Gruppo.

Relativamente alla Rete, sono stati annunciati i seguenti 16 processi di accorpamento di filiali dalla marcata prossimità a livello logistico:

– Sede Rimini Carim/Rimini Centro CRC
– LUGO Carim/Sede Lugo CRC
– Gambettola Carim/Budrio CRC
– Roma Carim/Roma 3 Crédit Agricole Cariparma
– Roma Boccea Carim/Roma 24 Crédit Agricole Cariparma
– Ancona Carim/Ancona CRC
– Sede Ferrara CRC/Sede Ferrara Crédit Agricole Cariparma
– Sant’Arcangelo Carim/Sant’Arcangelo CRC
– Casalecchio di Reno CRC/ Casalecchio di Reno Crédit Agricole Cariparma
– Bellaria Carim/Bellaria CRC
– Siena Carismi/Siena Crédit Agricole Cariparma
– Firenze 3 Carismi/Firenze 13 Crédit Agricole Cariparma
– Pisa Carismi/Sede Pisa Crédit Agricole Cariparma
– Scandicci Carismi/Scandicci Crédit Agricole Cariparma
– Lucca 2 Carismi/Sede Lucca Crédit Agricole Cariparma
– Lastra A Signa Carismi/Lastra A Signa Crédit Agricole Cariparma

Il dimensionamento complessivo della Rete delle tre Casse post migrazioni ammonterà a circa 1200 persone, comprensivo di una cinquantina di colleghi che saranno impiegati presso le Direzioni Regionali di nuova istituzione nella regione Toscana e in Romagna. L’Azienda ha dichiarato che l’organico totale sarà comprensivo di un sovradimensionamento di circa 100 persone nell’ottica di una facilitazione del rilancio commerciale del Retail.

Gli efficientamenti più consistenti riguarderanno le strutture di Direzione. Sono stati dichiarati circa 500 efficientamenti, di cui 280/300 a potenziamento delle Direzioni Centrali Crédit Agricole e Cags (circa 70), 100 a potenziamento di Banca Telefonica, 50 a
potenziamento dei Back-Office Mutui, 20 innesti nel canale dei Consulenti Finanziari, 10 collocamenti presso il Centro validazione rating Corporate, 10/20 a potenziamento della DT Emilia e 10 collocamenti presso la filiale virtuale.

Le scriventi OO.SS hanno attivato la procedura di confronto prevista dal CCNL per gestire le ricadute sul personale coinvolto e nei prossimi incontri di tavolo avrà inizio la discussione atta a ricercare soluzioni idonee riguardo temi cardine come la mobilità territoriale e la mobilità professionale, nonché tutti gli accorgimenti necessari affinché gli efficientamenti dichiarati dall’Azienda siano gestiti senza incorrere nelle previsioni dell’art. 20 del CCNL riguardanti l’esubero di personale, eventualità questa sempre esclusa in tutte le precedenti comunicazioni aziendali, ma inaspettatamente richiamata dall’Azienda nel testo del documento consegnato alle Organizzazioni Sindacali.

Considerato che sono trascorsi soltanto pochi mesi dalla sottoscrizione degli accordi per l’attivazione del Fondo di solidarietà presso le banche acquisite, che hanno permesso di collocare in esodo volontario più di 250 persone tra Rimini e San Miniato, la scelta aziendale di formalizzare la previsione di eventuali tensioni occupazionali ci appare preoccupante e assai poco comprensibile.

Parma, 19 febbraio 2018

LE SEGRETERIE DEL GRUPPO BANCARIO CREDIT AGRICOLE ITALIA
Fabi – First Cisl – Fisac Cgil – Uilca – Unisin

Back to top button