Gruppo Banco BPM: i patti (e i contratti) devono essere rispettati

1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca 7 - Unisin

Pacta sunt servanda
I patti (e i contratti) devono essere rispettati

 

Come concordato, mercoledì scorso si è tenuto l’incontro tra i Segretari Nazionali, le delegazioni di gruppo di Banco BPM e l’Azienda per definire la soluzione (ancora in sospeso) del mancato preavviso per i trasferimenti entro i 30 km.

Abbiamo ricordato ai rappresentanti dell’Istituto che nell’accordo sottoscritto nel dicembre u.s. era stato decisa concordemente la piena applicazione degli accordi:

  • permessi e congedi regolamentazione ex BPM
  • mobilità regolamentazione ex Banco Popolare

Ciò premesso, con riferimento al mancato preavviso si è ribadito che il rispetto del CCNL costituisce un elemento imprescindibile (“Vangelo” per mutuare un’espressione aziendale…).

Conseguentemente ribadiamo la richiesta di pagamento delle somme dovute in applicazione della normativa nazionale.

Detta richiesta era già stata chiaramente indicata da tutte le OO.SS. nella settimana antecedente i paventati trasferimenti (più di 5 mila), ottenendo la rassicurazione che sarebbero stati eseguiti nell’immediato unicamente gli spostamenti necessari. Al contrario di quanto avvenuto.

Infine, confermiamo che il percorso di assemblee, come anticipato, inizierà nel mese di maggio. Dopo la sua conclusione si valuteranno le iniziative opportune.

 

Milano, 19 aprile 2018

 

Coordinamenti Gruppo Banco BPM
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

Back to top button