FOC: incontro di monitoraggio previsto dall’accordo del 29 gennaio 2018

1a - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca Unisin nuovo logo

INCONTRO DI  MONITORAGGIO
 ACCORDO NAZIONALE DEL 29 GENNAIO 2018
UTILIZZO FONDO OCCUPAZIONE DEL CREDITO  ART. 32 CCNL

 

In data 13 novembre si è tenuto in ABI l’incontro di monitoraggio sulla puntuale realizzazione e sui risultati base a quanto previsto dall’accordo del 29 gennaio 2018.

Ricordiamo che tale accordo  è stato sottoscritto con ABI da queste OO.SS. Nazionali per rendere operative le ulteriori previsioni di utilizzo del F.O.C secondo i contenuti del CCNL 31 marzo 2015 ed in particolare:

  • art. 1 Premi alla riassunzione dei lavoratori al Fondo Emergenziale o licenziati per motivi economici
  • art.2 Erogazione di un assegno mensile per il terzo anno ai percettori di assegno emergenziale dopo i due anni di permanenza previsti
  • art.3 istituzione di una piattaforma FOC LAVORO di scambio domanda offerta di lavoro
  • art.4 finanziamento della solidarietà espansiva
  • art.5 finanziamento alla formazione per riconversione professionale
  • art.6 sostegno attività di formazione per l’alternanza scuola/lavoro

Nel riconfermare in maniera condivisa l’importanza ed il valore dell’accordo sottoscritto e a fronte comunque di una tempistica ancora troppo breve per formare un giudizio compiuto sulla positiva efficacia dell’accordo stesso, queste OO.SS. Hanno ribadito con forza ad ABI la necessità da parte di tutte le banche di uno sforzo convinto sull’utilizzo degli strumenti di sviluppo occupazionale a paritre dal tema della riassunzione dei lavoratori disoccupati usciti dal sistema (Fondo Emergenziale e Lic. Economici). Infatti ad oggi i numeri dei lavoratori assunti  in quanto destinatari del Fondo Emergenziale sono molto bassi se si considerano soprattutto in riferimento alle migliaia di nuove assunzioni che ogni anno vengono fatte dalle stesse banche. E’ stato comunque positivo durante l’incontro confermare la possibilità di iscrizione alla piattaforma FOClavoro anche di coloro che alla data dell’accordo non erano più al Fondo Emergenziale ma vi erano transitati a partire dal 31 marzo 2015.

Serve inoltre al più presto uno sforzo congiunto delle parti, OO.SS. e imprese, perchè a livello di aziende/gruppi si ricerchino delle intese per lo svolgimento di  formazione qualificata a sostegno della forte trasformazione che il settore sta attraversando.

La scadenza dell’accordo, avendo anche carattere sperimentale, è prevista per fine anno così come la scadenza dello stesso F.O.C.. E’ evidente che queste OO.SS. svolgeranno un’ attenta riflessione sul funzionamento di questo importante strumento strategico di incentivo alla buona occupazione (in 6 anni sono stati finanziate più di 20,000 assunzioni) in riferimento alla scadenza dello stesso CCNL ed in funzione dei contenuti della piattaforma contrattuale per il rinnovo che verrà presto discussa con tutte le lavoratrici ed i lavoratori.

 

Roma, 13 novembre 2018

 

LE SEGRETERIE NAZIONALI

Back to top button