Lettera aperta ad AGCOM

Lettera aperta al Presidente dell’AGCOM delle lavoratrici e dei lavoratori riunitisi in assemblea il giorno 6.03.2013

Illustrissimo Presidente,

l’Assemblea dei lavoratori AGCOM del 6.03.2013, indetta dalla FISAC CGIL per elaborare le linee rivendicative,ritiene prioritaria la rivitalizzazione della sede di Napoli attraverso una riorganizzazione che collochi a Napoli, fermo restando le competenze attuali, l’AMP, la Direzione Studi, la Direzione Servizi Postali, l’Ufficio diritti digitali e consolidi a Napoli il Servizio Comunicazione Politica, nonchè prevedere per Napoli l’istituzione del CHIEF ECONOMIST e della relativa struttura di supporto che, collaborando all’attività istruttoria, cura l’approfondimento dell’analisi economica dei procedimenti e implementa metodologie generali di analisi delle situazioni di mercato .

I lavoratori riunitisi in assemblea hanno anche ribadito con forza che:

l’avverarsi di scelte di esclusivo taglio per la sede di Napoli, renderebbe impraticabile qualsiasi idea di riorganizzazione mirata a risarcire Napoli degli “ scippi” precedenti, rendendo inevitabile la riapertura di una nuova stagione di agitazioni e conflitti. Pertanto, hanno chiesto l’immediato blocco della dismissione dei tre piani della sede di Napoli.
Il Consiglio deve prevedere uno sviluppo mirato alla soddisfazione del personale e quindi aprire la strada :al riconoscimento immediato dei livelli giuridici previsti dagli accordi e dai regolamenti vigenti; alla stabilizzazione del personale precario;all’introduzione dell’indennità di efficienza come in Antitrust;all’inserimento del premio di presenza nella quota stipendiale fissa in linea con l’Antitrust; all’introduzione immediata della previdenza integrativa e complementare in linea con l’Antitrust;
Sono seriamente perplessi sul fatto che i lavoratori dell’AGCOM siano posti di fronte ad un trattamento inferiore rispetto a quello della Banca d’Italia e dell’ANTITRUST;
Sono preoccupati da una ipotesi di perdere gli scatti giuridici dal 2011 al 2014:
È necessaria una delegazione trattante con pieni poteri.

Napoli 06.03.2013 RSA FISAC CGIL AGCOM

Back to top button