Comunicato unitario di SGS: adesso basta!

1a - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca Unisin nuovo logo

ADESSO BASTA!!!!

In data odierna abbiamo consegnato all’azienda la lettera di richiesta ultimativa di convocazione per risolvere i temi riguardanti l’incorporazione di SGS nella holding per poter chiudere con un accordo condiviso la procedura sindacale tuttora aperta.

Richiamiamo i cinque punti già contenuti nella lettera del 19 novembre con la richiesta di incontro cui ancora oggi non abbiamo avuto alcuna risposta:

➢ Ultra-attività accordi esistenti al 31/12/2018 da ridiscutere entro il 30/06/2019
➢ Formazione specialistica
➢ Dislocazione delle attività sui siti produttivi (salvaguardia della multipolarità)
➢ Consulenze esterne
➢ Processi di insourcing/outsourcing

BASTA! Questa è l’ultima chiamata! Dopo di che metteremo in atto tutti gli strumenti a nostra disposizione coinvolgendo tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori di SGS.

BASTA ricevere risposte evasive rispetto a tutte le tematiche riguardanti SGS. Una fra tutte la richiesta del funzionamento organizzativo post-fusione, elemento indispensabile per poter valutare e governare le ricadute sul personale anche di eventuali demansionamenti e/o perdita di professionalità.

BASTA con le task force costituite per sopperire alle negligenze organizzative e procedurali messe in atto dalla azienda (segnalazioni di pregio, procedura presenze, gestione crediti, ecc.)

BASTA con gli obblighi imposti dall’azienda venendo meno, però, ai propri doveri derivanti da accordi sempre più disattesi.

Esprimiamo, inoltre, le nostre preoccupazioni per le possibili conseguenze per l’intero gruppo date dalla attuale politica industriale messa in atto dall’azienda.

NON ACCETTEREMO MAI DECISIONI NON CONDIVISE!

Coordinamenti Aziendali SGS-BP

Milano, 06/12/2018

Back to top button