Fondazione di sardegna in BPER: opportunità da cogliere per l’occupazione del territorio

 

Sassari, 19 febbraio 2019

NOTA STAMPA

FONDAZIONE DI SARDEGNA IN BPER:
OPPORTUNITÀ DA COGLIERE PER L’OCCUPAZIONE DEL TERRITORIO

 

Con le recenti evoluzioni dello scenario azionario all’interno del gruppo Bper, la Fondazione di Sardegna acquisirà il 9,4%, con la possibilità di arrivare fino al 15%, del gruppo Bper, tra i principali gruppi bancari italiani.

Con i nuovi assetti proprietari, infatti, la Fondazione di Sardegna, oltre a incrementare le risorse a disposizione per la propria attività istituzionale, diverrà il principale azionista di BPER insieme a Unipol, e sarà in grado di esprimere il giusto peso, anche in termini di responsabilità nelle decisioni assunte, rispetto alle scelte industriali del gruppo bancario, anche e soprattutto in termini di valorizzazione delle risorse e delle attività attualmente presenti sul territorio.

Davanti a una rete sportelli del gruppo che si estende su tutto il territorio nazionale, anche in virtù della recente acquisizione di Unipol Banca, un ruolo rilevante potrà essere finalmente riconosciuto alla società Numera, il cui perimetro di lavorazioni, dalla monetica all’assistenza documentale e informatica, avrà la possibilità di vedere aumentare volumi e personale impiegato.

Grande attenzione da parte della Fondazione di Sardegna e della rinnovata compagine azionaria di BPER dovrà essere dedicata inoltre alle attività del contact center di gruppo attive nel territorio, supportando un necessario aumento delle lavorazioni con l’impiego full time di tutti i lavoratori e lavoratrici del servizio, e valutando allo stesso tempo l’ingresso di nuove risorse da impiegare.

Un discorso analogo dovrà investire tutte le strutture di direzione generale, dove le professionalità al servizio del Banco di Sardegna dovranno essere valorizzate, trovando il giusto riconoscimento e ruolo operativo già nelle prossime decisioni riguardanti lo sviluppo industriale del gruppo, con una forte attenzione in termini di continuità operativa e apporto di nuova forza lavoro.

In una provincia già pesantemente colpita dalla crisi economica degli ultimi anni, l’attuale forza della Fondazione di Sardegna in BPER apre dunque nuovi scenari e nuove possibilità per lo sviluppo del settore del Credito nel Sassarese. Davanti allo spettro dell’abbandono del presidio territoriale da parte dello storico gruppo bancario sardo, la Fisac Cgil di Sassari auspica diversamente che si colga questa grande opportunità di rilancio del territorio e delle sue potenzialità occupazionali.

CGIL SASSARI
Francesca Nurra
FISAC SASSARI
Marcello Simula

 

Back to top button